QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sciopero del trasporto pubblico Trentino. La presidente Baggia: “I posti di lavoro non sono in discussione”

giovedì, 8 gennaio 2015

Trento – Nella giornata di sciopero Trentino Trasporti Esercizi punta dritto alla produttività. “La società deve cercare la massima produttività, anche in vista di un passaggio fondamentale, il rinnovo dei contratti di servizio. L’affidamento diretto presuppone efficienza ed economicità”: la presidente di Trentino Trasporti Esercizio, Monica Baggia, assieme al direttore generale Mauro Allocca, ha espresso questa mattina la posizione dell’azienda in vista dello sciopero di 4 ore, proclamato per oggi (8 gennaio ndr), dalle ore 11 alle 15, dalle Segreterie Provinciali di FAISA-CISAL, Or.S.A., S.U.L. e USB Lavoro Privato Trentino.

“Non sono in discussione posti di lavoro o livelli di retribuzione ma solo un’organizzazione diversa dell’bus trentinoattività che, senza togliere nulla ai lavoratori, garantisca all’azienda sempre maggiore competitività. Trentino Trasporti Esercizio – ha sottolineato la presidente Baggia – è una società in house che per erogare il servizio in regime di affidamento diretto deve dimostrare qualità, efficienza ed economicità. Lo richiedono sia la situazione della finanza locale che le norme vigenti.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136