QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Sassi sulla statale del Caffaro e piccoli smottamenti in Trentino. La situazione viabilità

giovedì, 6 novembre 2014

Pinzolo – Pioggia battente anche nella notte, ma la situazione è sotto controllo. La Protezione civile del Trentino comunica che il maltempo in atto sul territorio provinciale sta principalmente interessando i bacini idrografici dei fiumi Brenta, Cismon e Chiese. Non vengono però segnalate situazioni particolari e l’invito – anche per la giSassi sulla strada 1ornata odierna – è  di porre particolare attenzione, nonché ad utilizzare l’autovettura privata solo in caso di assoluta necessità, preferendo l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Pur non essendo, al momento, segnalate situazioni particolari, si invita la popolazione a porre particolare attenzione, nonché ad utilizzare l’autovettura privata solo in caso di assoluta necessità, preferendo l’utilizzo dei mezzi pubblici.

A Trento è operativa la sala per il servizio di piena presso il Servizio Prevenzione rischi della Provincia. All’interno della stessa collaborano il Dipartimento Protezione civile, il Servizio Prevenzione rischi ed il Servizio Bacini montani nell’analisi delle previsioni meteorologiche, delle previsioni idrauliche e dell’evoluzione della situazione idrologica. Il controllo del territorio viene attuato dal personale del Servizio Bacini montani e dai Vigili del fuoco Volontari del Trentino. Le uniche situazioni a rischio finora registrate sono piccoli smottamenti in Val di Sole e Val Rendena e un masso caduto sulla statale 237 del Caffaro, che si è staccato a Limarò tra Ponte Areche e Sarche.  Ha sfondato la rete paramassi ed è finito sulla sede stradale senza provocare danni a persone o auto. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco e dei tecnici del Servizio strade della Provincia ha evitato il peggio e la strada è stata ripulita in breve tempo.

IL BOLLETTINO ORE 12

 Maltempo: gli intensi flussi meridionali che hanno determinato precipitazioni diffuse e persistenti nelle ultime 48 ore si stanno attenuando. Fino alla tarda serata di oggi sono previste precipitazioni deboli o moderate diffuse, più intense e persistenti sui settori orientali della provincia. Lo dice l’aggiornamento delle ore 12.00 emesso dal Servizio Prevenzione Rischi della Provincia autonoma di Trento. Sono attesi mediamente ulteriori 20-40 millimetri di pioggia, con i valori più elevati sui settori orientali. Sono possibili ulteriori 20-50 centimetri di neve oltre i 2200 metri. Si prevedono anche venti moderati o forti dai quadranti meridionali in quota con possibili locali raffiche in valle.

LA SITUAZIONE VIABILITA’

Zona Valsugana e Primiero
Chiuse le seguenti strade:
S.P. n. 221 della Val Noana per frana e caduta sassi.
S.P. n. 115 tra gli abitati di Sagron e Mis per frana; consentito il passaggio dei mezzi di soccorso.

Valli dell’Avisio

Chiusa per frana la S.P. n. 71 nei pressi di Segonzano
Smottamenti diffusi, ma di piccola entità, lungo la SS 612 tra Cembra e Lisignago

Val di Ledro

Chiusa SS 240 di Loppio e Val di Ledro in prossimità della pr. km 47,500 tra loc. Ampola e Storo. Riapertura prevista verso le ore 10.00.

Valli Giudicarie

Chiusa SP 69 tra Storo e Baitoni per smottamenti in più punti.
Circolazione limitata a senso unico alternato lungo la SS 237 del Caffaro a Tione in prossimità di pr. km 85,200 per cedimento scarpata.
Risolte le frane e gli smottamenti:
- sulla S.P. n. 27 di Daone tra abitato di Daone e innesto su SS 237 di Forti di Lardaro,
- sulla S.S. n. 237 in prossimità dell’imbocco della galleria Balandin 
- sulla S.P. n. 249 in prossimità dell’abitato di Ponte Arche.

Val di Sole

Smottamento lungo la SS 42 tra Vermiglio e Passo Tonale in prossimità di Forte Strino, senza ripercussioni per la circolazione stradale.

 

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136