QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

San Romedio, al santuario arriva uno spazio espositivo

sabato, 20 agosto 2016

Sanzeno - Sarà realizzato dalla Soprintendenza uno spazio espositivo al santuario di San Romedio. Oggi la decisione della Giunta su proposta dell’assessore Tiziano Mellarini.

Sarà realizzato in autunno e ultimato entro la fine del 2016 il nuovo spazio espositivo permanente presso il santuario di San Romedio. Conterrà una selezione di ex voto, nonché stacchi d’affresco e altre opere d’arte, ormai decontestualizzate, ma rappresentative delle trasformazioni subite dal complesso, e ne illustrerà gli aspetti storici, artistici, iconografici, religiosi e devozionali. Il progetto è già stato valutato positivamente dall’Ufficio Arte Sacra dell’Arcidiocesi di Trento.

Santuario-di-San-Romedio 0

Questa impresa conclude la campagna di restauri del Santuario e la serie di interventi di riqualificazione delle aree adiacenti, frutto del protocollo d’intesa siglato il 10 ottobre 2011 tra la Provincia autonoma di Trento, l’Arcidiocesi di Trento, la Comunità Val di Non e i Comuni di Coredo, Romeno e Sanzeno.

La progettazione di un apparato espositivo in alcuni ambienti prospicenti il cortile del Santuario, era stata affidata all’allora Soprintendenza per i beni storico-artistici (ora Soprintendenza per i beni culturali), mentre l’Arcidiocesi si sarebbe dovuta occupare dell’esecuzione, attingendo ad un contributo dell’80% del Servizio Attività culturali.

Con la modifica del protocollo, approvata oggi dalla Giunta Provinciale su indicazione dell’assessore alla cultura Tiziano Mellarini, il progettato percorso espositivo sarà anch’esso realizzato in diretta amministrazione dalla Soprintendenza per i beni culturali, con notevole risparmio di spesa. Il costo di progettazione dell’allestimento e quello presunto di creazione dei supporti informativi passa infatti da 190.000 euro a poco più di 88mila euro, mentre il costo individuato nel progetto di realizzazione dell’allestimento vero e proprio si riduce da 290mila a 79mila euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136