QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Samone dice no, niente fusione con Castel Ivano e Ivano Fracena

lunedì, 21 marzo 2016

Castel Ivano - Samone dice no, niente fusione con Castel Ivano e Ivano Fracena. A nulla è servito il si degli altri due Comuni, la fusione non si farà. Oggi i cittadini di Castel Ivano, Ivano Fracena e Samone si sono recati alle urne per votare il referendum che avrebbe avrebbe potuto portare alla fusione in un comune unico.

Il referendum è stato ritenuto valido. Ma il risultato è stato negativo: Castel Ivano e Ivano Fracena dicono SÌ, ma Samone dice NO. Il referendum non è passato, niente fusione.

elezioni urne

IL COMMENTO DI CARLO DALDOSS
“Una bella giornata per la democrazia partecipativa”. Così l’assessore alla coesione territoriale Carlo Daldoss commenta l’esito dei referendum consultivi che ieri hanno interessato i comuni di Castel Ivano, Ivano Fracena e Samone. “In tutti e tre i comuni – sottolinea Daldoss – è stato ampiamente raggiunto il quorum richiesto per la validità dei referendum. Un bel segnale che dimostra come la popolazione sia parte attiva in questi processi di fusione, che partono e si concludono dal basso. La decisione finale spetta sempre ai cittadini”.

“L’auspicio – ha concluso Daldoss – è che analoga partecipazione possa esserci anche il 22 maggio quando saranno sottoposti a referendum altri 11 progetti di fusione, nella convinzione che la dimensione sovra comunale, lungi dal cancellare le specifiche identità, sia in grado di interpretare al meglio le esigenze del territorio, ormai chiamato a competere con il mercato globale, valorizzandone le diverse peculiarità e migliorando la capacità di programmare gli investimenti”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136