QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rinnovati i quadri del Biodistretto della Val Gresta, Loris Cimonetti eletto presidente

martedì, 14 ottobre 2014

Mori – Il Biodistretto della Val di Gresta ha votato gli organi della nuova associazione. All’unanimità è stato eletto il presidente Loris Cimonetti e durante l’assemblea è stato ufficializzato l’ingresso di 19 nuovi soci, che si aggiungono ai 38 fondatori che si erano iscritti durante il primo incontro dello scorso settembre.

L’assemblea ha dunque votato all’unanimità tutti i 14 candidati al consiglio di amministrazione. Per i tre comuni coinvolti – Ronzo-Chienis, Mori e Isera – sono stati indicati i sindaci o loro delegati (che saranno eventualmente comunicati in un secondo tempo). Per il Consorzio ortofrutticolo Valentino Mazzucchi, Gianluca Vicenzi, Ariano Mafbio Cominetti e baldozzucchi e Giorgio Mazzucchi; in rappresentanza dei contadini non aderenti al Consorzio, Adriano Beltrami.

Per gli albergatori Maura Videsot, per il Consorzio di miglioramento fondiario Enrico Cappelletti e Domenico Vettori, per il mondo della zootecnia Massimiliano Mazzucchi, per il settore tecnico Roberta Bertolini e Norma Vicenzi.

Revisori dei conti sono Loredana Mazzucchi, Paolo Tonioli e Daniele Mazzucchi; loro supplenti sono Angelo Rizzi e Luca Chincarini. Probiviri: Federico Bigaran, Clemente Rizzi ed Enrico Mazzucchi.

Nel discorso di insediamento,  Loris Cimonetti ha evidenziato: “La scelta dell’agricoltura biologica è stata il primo passo, questo è il secondo. La nostra valle è bellissima e per farla diventare un gioiello dobbiamo crescere tutti assieme, valorizzando la cultura, la ricettività e l’agricoltura.  A consumatori e turisti che scelgono la Val di Gresta dobbiamo saper vendere passione: quella stessa passione che deve guidare in primo luogo noi.  Dovremo impegnarci a fondo nella comunicazione e in primo luogo con internet; dovremo costituire un comitato scientifico che certifichi i nostri prodotti”.

Sono poi intervenuti molti dei soci e i rappresentanti di tante istituzioni che hanno aderito al Biodistretto: oltre ai comuni, alla Provincia e alla Comunità di valle, anche il Parco locale del Baldo, l’associazione Baldensis e la Cantina Mori Colli Zugna.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136