Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Riduzione del ticket sanitario aggiuntivo, via libera del Consiglio regionale

martedì, 19 dicembre 2017

Milano – Via libera in Consiglio regionale a maggioranza (36 voti favorevoli, 26 contrari) al Collegato ordinamentale (relatore Alessandro Colucci di Lombardia Popolare), primo provvedimento della sessione di bilancio che impegnerà l’Aula fino a domani. Il provvedimento contiene norme che modificano o integrano leggi regionali vigenti.

Tra le novità l’istituzione di un fondo che raccoglierà gli eventuali risparmi nella gestione del Servizio sanitario regionale, risorse poi da utilizzare per l’ampliamento delle esenzioni, in particolare per la rimodulazione in riduzione del ticket sanitario aggiuntivo. L’articolo 13 stabilisce infatti che “la Giunta regionale definisce, sentita la competente commissione consiliare, i criteri per la rideterminazione del ticket sanitario aggiuntivo a decorrere dal 1 marzo 2018. Il rispetto dell’equilibrio economico-finanziario è assicurato dall’adozione di azioni di efficientamento della spesa sanitaria e di promozione dell’appropriatezza per le attività di specialistica ambulatoriale”. La norma consente anche il differimento al 31 marzo 2018 del termine per il pagamento del ticket sanitario, della relativa sanzione, delle maggiorazioni per interessi legali e delle spese per il procedimento, a seguito di avvenuto accertamento da parte delle ATS. Via libera anche all’introduzione di una sorta di ravvedimento operoso che consentirà – entro lo stesso termine del 31 marzo 2018 – di regolarizzare spontaneamente la propria posizione mediante il pagamento dell’importo dovuto maggiorato degli interessi legali maturati.

Il Collegato adegua inoltre le leggi regionali che disciplinano il Corecom, il Garante per l’Infanzia e il Difensore regionale alle più recenti normative in materia di contabilità regionale e contestualmente riformulare le norme finanziarie con i corretti riferimenti alla struttura del bilancio consiliare.

A tal fine si prevede, da parte di tutte e tre le Authority, la presentazione all’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale di un programma di attività annuale in tempi utili affinché l’Ufficio di Presidenza possa determinare le risorse finanziarie da inserire nella proposta di bilancio da sottoporre all’approvazione del Consiglio.

Fabio Rolfi

Via libera all’abolizione del ritiro del tesserino venatorio nel caso di violazione nell’addestramento cani nelle aree protette. In sede di dichiarazione di voto Movimento 5 Stelle (Eugenio Casalino) e PD (Enrico Brambilla) hanno espresso parere negativo sul provvedimento, sottolineando soprattutto criticità riguardo alla mancata applicazione dei criteri di progressività sul super ticket. Prima del voto finale l’Aula aveva votato un ordine del giorno (primo firmatario Fabio Rolfi, Lega Nord, nella foto) sul nuovo regime di garanzia prestato dai Confidi lombardi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136