QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Raduno annuale dei vigili del fuoco dell’Alto Garda e Ledro, l’assessore Mellarini: “Siete un’eccellenza”

sabato, 31 gennaio 2015

Val di Ledro – Un messaggio chiaro, nell’ottica di valorizzazione dei corpi dei vigili del fuoco, puntando sulla territorialità. E’ qui racchiuso l’intervento dell’assessore provinciale Tiziano Mellarini ai  12 corpi dei Vigili del fuoco volontari del distretto dell’Alto Garda e Ledro. “Questo distretto – ha sottolineato l’assessore provinciale Tiziano Mellarini – sarà un punto di riferimento per i piani d’allertamento e in quest’ottica il Trentino può diventare una eccellenza negli interventi di soccorso e di emergenza”.

Il raduno annuale è avvenuto a Molina, dove accanto alle autorità del Basso Sarca e della Val di Ledro erano presenti vigili del fuoco e Protezione Civile.  L’ispettore Posenato ha tracciato il quadro sull’attività: i militi sono 477 contro 451 del 2013 e 442 del 2012. Sono così suddivisi: 304 i vigili in servizio attivo, 88 gli allievi, 18 quelli di complemento e 57 i membri onorari. Premiati per anzianità di servizio e interventi ben 35 persone. Il bilancio dell’attività conta 2.413 interventi, circa l’8% in meno dell’anno prima. Scorrendo la relazione dell’ispettore Posenato sono in  calo gli interventi per incendi boschivi  ( 5),  camini (20), incendi ad autoveicoli (7), incendi sterpaglie (14). Invece sono aumentati gli interventi per frane (32), a seguito anche delle condizioni che si sono registrate in estate e autunno. “Ci siamo impegnati al massimo – ha concluso Posenato – per i vari interventi, affiancando le amministrazioni comunali, le forze dell’ordine e di soccorso sanitario nella gestione degli eventi”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136