QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Province, Maroni: “A Sondrio riconosciuta specificità montana: resta bollo auto”

lunedì, 2 maggio 2016

Sondrio – “Ci sono regole, quelle sulla caccia, che sono nazionali ed europee, che stabiliscono periodi e condizioni. Capisco i problemi di chi subisce dei danni dai cinghiali e da altri animali, ma non e’ una responsabilita’ della Regione, ne’ noi possiamo risarcirli. La competenza e’ della Provincia”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, oggi, in diretta a ‘Orario Continuato’, su Telelombardia, rispondendo alla domanda di un telespettatore che ha lamentato i danni inflitti al territorio dai cinghiali.maroni

ATTENTI AL TERRITORIO
“E’ vero che le Province sono in difficolta’ – ha proseguito Maroni -, perche’ il Governo ha tagliato i fondi, ma non ci si puo’ rivalere sulla Regione, ne’ noi possiamo sostituirci alle istituzioni negligenti. Noi siamo molto attenti a queste come a tutte le questioni che riguardano il territorio e lo dimostriamo concretamente”.

A SONDRIO PIU’ FONDI, PER SUA SPECIFICITA’
“Alla Provincia di Sondrio, per esempio, che e’ una provincia interamente montana, abbiamo deciso di dare piu’ risorse, rispetto alle altre Province – ha spiegato -; quest’anno la Provincia di Sondrio avra’ una partecipazione diretta sul Bollo Auto, tassa regionale che incassiamo noi direttamente: quello che per il Bollo entra dalla provincia di Sondrio verra’ lasciato alla Provincia di Sondrio. Vogliamo fare li’ una specie di laboratorio, conferendo maggiore autonomia”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136