QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Progetto di educazione civica e stradale: consegna attestati e premiazioni in Alto Adige

giovedì, 25 maggio 2017

Bolzano – Premiazione del progetto di educazione civica e stradale, per un’educazione alla mobilità ed alla convivenza. Il “Progetto di educazione civica e stradale”, promosso dal Dipartimento istruzione e formazione in lingua italiana e realizzato dal Comitato Alto Adige della Federazione Motociclistica Italiana, è giunto alla settima edizione.

Rivolto a scuole ed istituti in lingua italiana della Provincia di Bolzano anche quest’anno ha avuto come obiettivo principale  quello di sensibilizzare gli studenti nell’ambito della convivenza civile e, in particolare, nei momenti di utilizzo del bene comune.

tommasiniGli obiettivi sono stati quelli di portare gli studenti ad effettuare una riflessione sull’utilizzo degli spazi abituali, sui comportamenti quotidiani, sulle responsabilità nell’utilizzo del bene comune, sul quotidiano vivere ed, ingenerale, sul ruolo di “cittadino attivo”.

Il Progetto di educazione civica e stradale è tra le iniziative sostenute dal vicepresidente della Provincia, Christian Tommasini, nell’ambito della formazione di una cittadinanza attiva nelle nuove generazioni e nel corso dell’anno scolastico 2016/17 ha coinvolto circa 900 studenti delle scuole secondarie di II grado in lingua taliana della Provincia.

Le classi seconde sono state coinvolte con un modulo introduttivo, seguito da due moduli con un insegnante di scuola guida. Le Classi Terze sono state interessate da due moduli con l’operatore della Polizia Stradale della Sezione di Bolzano e due moduli con personale medico e paramedico della locale Sezione della Croce Rossa.

La partecipazione è stata ancora una volta importante:  interventi in 45 Classi per un totale di  900 allieve ed allievi coinvolti rappresentano un importante spaccato del mondo della scuola alto atesina, per un totale di 154 ore svolte.

Hanno aderito al progetto: Liceo Classico “G. Carducci” (Bz), ITE “C. Battisti” (Bz), IPSCT “Claudia dè Medici” (Bz), Istituto Sup. “Cantore” (Brunico), ITC Walther (Bz), Ist. Prof. Alberghiero “Ritz” (Merano), Liceo Linguistico “Marcelline” (Bz), Scuole Prof. Artigianato  Industria Commercio “G. Marconi” (Merano), Istituto tecnico “Falcone e Borsellino” (Bressanone), Scuola Profess. “Einaudi” (Bolzano).

Il tema del concorso di quest’anno era incentrato sulal bicicletta: “La bicicletta è non solo un mezzo ecologico, ma anche un veicolo che necessità di prudenza e di un uso responsabile per prevenire rischi ed evitare danni ai ciclisti e ad altri utenti della strada. Il rispetto delle regole della circolazione, come una buona manutenzione del mezzo sono fattori fondamentali per ridurre i rischi derivati dalla circolazione su due ruote e godere a pieno dei benefici di questo straordinario mezzo di trasporto”.

Nel corso della cerimonia sono state premiate le seguenti classi:

1)     ITE “C. Battisti” classe classe 3F
2)     II.SS. “C. de Medici” classe 3E
3)     Liceo Linguistico Marcelline 3A

Sono stati inoltre consegnati gli attestati  alle classi:

4)   ITE “C. Battisti” classe classe 3F
5)   Liceo Linguistico Marcelline 3B
6)   ITE “C. Battisti” classe classe 3F
7)   Liceo Linguistico Marcelline 2A
8)   II.SS. “C. de Medici” classe 3E

Nel suo intervento la sovrintendente Nicoletta Minnei ha sottolineato che si tratta di un “Progetto importante con una finalitá di rendere i cittadini piu consapevoli di tutto quello che abbiamo intorno. Il materiale prodotto da questi ragazzi è senza dubbio di grande aiuto anche per il mondo degli adulti che ha molto da imparare in quest’ambito”.

Bolzonello, della Federazione Motociclistica Italiana, ha detto che “Il progetto vuole sottolineare quanto sia importante il rispetto delle regole della societá civile”.

Erano presenti anche l’ispettore SilvanoTrolese, la direttrice Rosella Li Castri, e la referente Raffaella De Rosa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136