Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Progetto Alta Via della Valmalenco MTB – Le Valli del Bernina in Mountain-Bike: verso l’anello di 100 km

giovedì, 20 dicembre 2018

Chiesa in Valmalenco - Via libera dal Consiglio Regionale lombardo ad un Ordine del Giorno al Bilancio proposto dal consigliere Simona Pedrazzi che impegna la Giunta Fontana ad attivarsi, anche attraverso il coinvolgimento della Provincia di Sondrio e dei Comuni interessati, per promuovere il progetto Alta Via della Valmalenco MTB – Le Valli del Bernina in Mountain-Bike.“Un progetto - spiega il consigliere Pedrazzi - nato dall’idea di un gruppo di ragazzi con la voglia e la passione di promuovere e valorizzare il territorio montano attraverso lo sport, al fine di contribuire a far ripartire l’economia di una Valle che, per la sua connotazione, fatica ad emergere. Un progetto che per troppo tempo era rimasto chiuso in un cassetto, ma che, non appena ne sono venuta a conoscenza, ho subito spostato con entusiasmo condividendone gli obiettivi, tra i quali  l’incremento del turismo di alta quota e sviluppo delle attività commerciali, artigianali e ricettive esistenti”.

“In Valmalenco e nelle Valli del Bernina – prosegue il consigliere Pedrazzi - sono già presenti diversi percorsi, che risultano però disuniti tra loro, mancando le necessarie integrazioni. Il progetto andrebbe quindi ad unificare tali tracciati, creando un percorso ad anello di oltre cento chilometri interamente ciclabile, in grado anche di connettere una porzione importante di territorio provinciale e di agganciarsi a tracciati sia regionali che nazionali ed internazionali. Il percorso, inoltre, renderebbe raggiungibili i punti maggiormente significativi e panoramici delle Valli, creando allo stesso tempo una rete in grado di incrementare non solo il sistema ciclopedonale del territorio, ma anche quello turistico, promuovendo le attività commerciali, artigianali e recettive della zona”.

“L’Ordine del Giorno approvato – conclude Pedrazzi - chiede anche che la Giunta regionale si impegni, una volta completato il progetto, a realizzare la tracciatura e la classificazione dei tratti coinvolti e a mettere in campo tutti gli strumenti necessari per permettere che questo percorso, di grande valore naturalistico e paesaggistico, possa essere fruibile da ogni tipo di utente”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136