QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

A Primiero gli stati generali del turismo. Rossi: “L’obiettivo è mantenere questi livelli di qualità e benessere”

sabato, 25 ottobre 2014

Primiero – Stati generali del turismo con il coinvolgimento di amministratori, enti e associazioni. Il presidente della Provincia, Ugo Rossi, è intervenuto agli Stati generali del turismo del Primiero dicendo: ”La Provincia è pronta a fare la sua parte, ma il territorio deve crederci fino in fondo ed accettare la sfida della coesione”. Con queste parole il Presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi è intervenuto oggi agli Stati generali del turismo di Primiero. Una giornata di discussione e approfondimento sulle problematiche e sulle prospettive del turismo di questa area del Trentino al quale hanno partecipato esperti del settore, dell’università e della cooperazione.

 IL MESSAGGIORossi a Primiero

“Sono venuto qui per ascoltare – ha detto Ugo Rossi, per raccogliere stimoli importanti e per cercare di capire se c’è la consapevolezza del territorio che ripartire è possibile: ripartire in un momento estremamente difficile. Dobbiamo credere in una grande operazione di consapevolezza – ha detto Rossi – usciamo da una cultura dell’avanzo di amministrazione per cui si pensava che ci fossero sempre delle risorse disponibili per risolvere i problemi. Veniamo da 15 anni in cui il nostro Pil è sempre stato più basso delle realtà territoriali a noi vicine, adesso dobbiamo entrare in una logica di assoluta responsabilità per mantenere i livelli di benessere diffuso e di welfare che abbiamo raggiunto. C’è una parola che dobbiamo mettere in cima ai nostri pensieri, la parola competitività e per far questo abbiamo bisogno di una scossa, data da scelte forti e coraggiose a tutti i livelli. Gli imprenditori devono unire le forze – ha sottolineato Rossi – perché non è immaginabile che ci siano logiche di concorrenza sui prezzi. Il business non è il mestiere della politica che può e deve accompagnarlo, ma degli imprenditori a cui lancio un forte appello all’unità così come agli amministratori del Primiero che devono dare ascolto a quello che i propri cittadini da tempo gli chiedono, credere nel valore dell’unità, vedere nei campanili un luogo su cui salire ma per guardare tutti insieme un po’ più lontano”. Parlando poi del progetto di funicolare che dovrà collegare San Martino con Passo Rolle, Rossi ha sottolineato che la Provincia c’è, ma è evidente che il suo ruolo e’ quello di garantire le risorse per accompagnare un progetto di sviluppo più ampio. “Dobbiamo convincere tutti – ha concluso Rossi – che questo è un investimento valido per tutto il Trentino e un impegno comune in una logica di unità”.

GLI ASSESSORI PROVINCIALI
Un invito all’unita’ rilanciato anche dall’assessore provinciale alla cooperazione, cultura e sport Tiziano Mellarini, anche lui presente a Transacqua, assieme all’assessore al turismo Michele Dallapiccola, che ha rimarcato come il Primiero possa tornare ad essere protagonista, ripartendo dai valori della cooperazione e sfruttando tutte le potenzialità disponibili, anche quelle in campo culturale e sportivo. “Se una comunità vuole ripartire – ha detto Mellarini – tutte le entità che la compongono devono camminare insieme e speditamente”.

“Dobbiamo seguire gli esempi positivi e che funzionano – ha detto l’assessore al turismo Michele Dallapiccola – concentrando le nostre azioni verso due cose semplici: far venire i turisti e farli divertire”. “L’ospite non si accontenta – ha aggiunto Dallapiccola – e deve vivere intensamente quei pochi giorni di vacanza che passa in Trentino, per questo occorre ragionare in termini di sistema e spesso la soluzione può essere dietro la porta e non ce ne accorgiamo e quindi anche un operatore zootecnico può rappresentare una attrazione turistica”. “La politica – ha concluso Dallapiccola ricordando la recente nuova legge sul turismo approvata dal Consiglio Provinciale – cercherà di aiutare attraverso le norme, fornendo opportunità nuove, ma la prima soluzione per uscire da questa situazione e’ fare cartello e lavorare insieme con un layout unico, mettendo da parte le acredini che derivano dalla crisi”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136