QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Premio Arne Andersson: riconoscimento al Laboratorio dell’Agenzia per l’Ambiente di Bolzano

mercoledì, 25 novembre 2015

Bolzano – Al Laboratorio dell’Agenzia per l’ambiente il Premio Arne Andersson. Prestigioso riconoscimento per l’Agenzia provinciale per l’ambiente. L’edizione 2015 del premio Arne Andersson è stato assegnato al laboratorio analisi acque e cromatografia (nella foto da sinistra Fiorenza Fogale, Verena UnterhoAmbiente Provincia Bolzano 1lzner, il direttore Christian Bachmann, Helmut Pertner, Francesca Ambonati e Fabio Armanaschi)

Al Joint Workshop dei laboratori europei svoltosi a Stoccarda è stato conferito al Laboratorio analisi acque e cromatografia dell’Agenzia provinciale per l’ambiente il prestigioso Premio Arne Andersson. Nella motivazione il laboratorio provinciale è stato ritenuto miglior laboratorio europeo per i risultati ottenuti negli ultimi tre anni nel Proficiency Tests, le prove valutative, condotte su cereali e mangimi. Il premio è intitolato al chimico svedese Andersson, un pioniere nell’analisi dei pesticidi negli alimenti, e viene assegnato a cadenza biennale dal Laboratorio europeo di riferimento, nel quale sono rappresentati i laboratori di riferimento nazionali dei 28 Paesi UE, e premia prestazioni di eccellenza in quattro diverse categorie.

“Questo ulteriore riconoscimento in una lunga serie di certificazioni conferma le capacità e la professionalità dell’Agenzia provinciale per l’ambiente”, sottolinea l’assessore Richard Theiner congratulandosi con il direttore d’ufficio Christian Bachmann e con il suo team del laboratorio. Il premio è stato ritirato a Stoccarda dai rappresentanti dell’Istituto superiore di sanità ed è stato consegnato al laboratorio provinciale la scorsa settimana a Roma in occasione di un convegno in materia. Il premio “rende merito all’eccellente e costante qualità di analisi del Laboratorio analisi acque e cromatografia”, aggiunge il direttore dell’Agenzia provinciale Flavio Ruffini. Il risultato è frutto di due anni di verifiche comparative condotte a livello europeo a cui hanno partecipato circa 160 laboratori dei Paesi UE, tra cui quelli ufficiali di riferimento. I partecipanti erano chiamati a un’analisi quantitativa e qualitativa di sostanze contenenti pesticidi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136