QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Legno, alla festa della Lega Nord Salvini attacca sui migranti: “Sgomberiamo gli alberghi”

martedì, 16 agosto 2016

Ponte di Legno – Il messaggio di Ferragosto del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, è stato: “sgomberare gli alberghi con i migranti”. Lo ha detto nell’incontro con il giornalista Paolo Del Debbio al Palazzetto dello Sport di Ponte di Legno (Brescia) nella serata di ieri. Migranti, governo Renzi, pensioni e libertà sono stati i temi su cui Matteo Salvini ha picchiato duro sia nell’incontro con i giornalisti sia in serata al Palazzetto dello Sport davanti a quasi 3mila persone Salvini parla di migranti e governo e di pulizia dell’Italia.

Ponte di Legno - Lega Nord 10

All’arrivo al palasport di Ponte di Legno ha una maglietta della polizia e sgombera i dubbi: “Quando andremo al governo polizia e carabinieri avranno mano libera per ripulire le città”. Poi affonda: “Gli italiani sono oppressi dai clandestini” e dal pubblico che gremisce il palazzetto dello sport di Ponte di Legno arriva un lungo applauso.

Poi risponde alle domande di Paolo Del Debbio e sui migranti va oltre: “Basta con le buone maniere: lo propongo a tutti gli amministratori della Lega, andiamoci a riprendere un albergo in ogni regione e lo restituiamo agli italiani”, mentre sull’Islam e sulla proposta di Hamza Piccardo di legalizzare la poligamia, il leader della Lega Nord attacca Laura Boldrini: “Interviene su tutto, mette il becco su tutto, ma su questo argomento non dice nulla. Perché?”.

Quindi sulle pensioni il segretario del Carroccio ha detto: ”Chi si allea con noi firmi col sangue che la legge Fornero la abroghiamo. E magari l’ex ministro la mandiamo in esilio”. Sui rapporti politici con gli alleati e l’Ncd ha dichiarato: ”Chi vota SI al referendum non può stare con noi”, infine su Forza Italia: “Mi sembra che sia governata da Renzi. E quindi, o entro un anno ci si mette al tavolo e si riprendono in mano i trattati e si riscrivono oppure salutiamo tutti e ci riprendiamo in mano le chiavi del nostro paese”.

Matteo Salvini ha annunciato una grande manifestazione a Firenze il 12 novembre dove ha chiamato a raccolta il popolo leghista.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136