QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Pinzolo si divide sull’abbattimento dell’abete rosso Mussolini

venerdì, 22 novembre 2013

Pinzolo – Una decisione inaspettata, anche se era nell’aria da qualche tempo: lunedì sarà abbattuto l’abete rosso piantato alla fine degli anni Venti e che la persone più avanti in età chiamano l’abete Mussolini. L’albero è davanti all’hotel Dolomiti Pinzolo.

municipio

Il sindaco William Bonomi ha infatti firmato l’ordinanza di abbattimento dell’abete rosso tra via Vittorio Veneto e via San Lorenzo. Motivo: questioni di sicurezza. A detta del sindaco William Bonomi l’altezza dell’albero è pericolosa soprattutto con gli eventi atmosferici degli ultimi anni, vento forte e nubifragi. La  decisione di abbattere l’abete rosso fa discutere e divide Pinzolo. Gli anziani del paese ricordano che quella pianta è uno dei simboli del paese delle Giudicarie e che venne piantata da Arnaldo Mussolini con l’obiettivo del ripopolamento delle Alpi di questo tipo di pianta. Adesso è arrivata la decisione di abbatterlo: lunedì 25 novembre le strade adiacenti tra via Vittorio Veneto, via san Lorenzo e viale Trento, secondo l’ordinanza del sindaco Bonomi, saranno chiuse al traffico dalla 6.30 fino ad abbattimento dell’albero. Poi il Comune si farà carico della sistemazione della zona ed eventuale ripopolamento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136