QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Per i 65 anni del Soccorso Alpino del Trentino incontro con l’Arcivescovo di Trento Lauro Tisi

venerdì, 20 ottobre 2017

Trento – Questa mattina il vescovo di Trento, Lauro Tisi, ha incontrato in modo informale i componenti del Soccorso Alpino Servizio Provinciale Trentino in occasione dei 65 anni di attività del sodalizio che ricorrono nel 2017.

tisiAll’incontro, che si è svolto nella sede del Soccorso alpino di via Unterveger, erano presenti, tra gli altri, il presidente della Provincia Ugo Rossi, l’assessore provinciale alla Protezione civile, Tiziano Mellarini, il dirigente generale del Dipartimento della Protezione civile trentina, Stefano De Vigili, il Dirigente generale dell’Azienda Provinciale per i servizi sanitari, Paolo Bordon e i rappresentanti delle altre organizzazioni di volontariato della Protezione civile trentina.

socc alpA dare il benvenuto al vescovo e alle autorità, è stato il presidente del Soccorso alpino del Trentino, Adriano Alimonta. Il Vescovo ha quindi benedetto tutti i volontari, ringraziandoli per la passione e lo spirito di sacrificio con cui svolgono la loro attività, evidenziando come ogni membro dell’organizzazione sia un ambasciatore in montagna dello spirito di solidarietà e di fraternità.

Un ringraziamento particolare, a nome di tutta la comunità, è stato rivolto alle donne e agli uomini del Soccorso alpino anche dal presidente della Provincia Ugo Rossi e dall’assessore Tiziano Mellarini che ha evidenziato il ruolo nell’ambito della Protezione civile svolto dal Soccorso alpino, la cui attività e autonomia è riconosciuta a livello normativo. Anche il dirigente dell’Azienda sanitaria, Paolo Bordon ha espresso parole di gratitudine per il Soccorso alpino per la preziosa collaborazione con le componenti sanitarie della provincia, in particolare la Centrale del 118 e l’elisoccorso.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136