QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Patto nel segno dell’autonomia tra Trento e Bolzano. Mercoledì incontro a Roma

giovedì, 23 gennaio 2014

Trento –  Incontro nel pomeriggio a Trento, in piazza Dante, dei due presidenti delle Province autonome di Trento e Bolzano, il primo dopo l’insediamento di entrambe le Giunte ed in vista dell’incontro con il ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio, previsto a Roma per il prossimo 29 gennaio. Un clima di piena collaborazione, quello che si è respirato oggi, nel corso del quale sono state messe a fuoco le linee generali di una strategia per la difesa e il rilancio dell’Autonomia speciale che le due Province seguiranno assieme.Rossi e Kompatscer

IL MESSAGGIO  

“I rapporti fra noi sono ottimi e la collaborazione sarà piena – ha confermato il presidente Rossi al termine dell’incontro -. Abbiamo una sfida comune, che ognuno affronta avendo presente in primo luogo il suo territorio, ma nella consapevolezza che è determinante per entrambi stare uniti e fare fronte comune. L’Autonomia è un retaggio dei nostri territori ed al tempo stesso un’esperienza preziosa che si evolve nel tempo, prima ancora che un insieme di regole. Vogliamo dimostrare che essa può essere una risorsa per tutto il Paese. All’incontro con il ministro Delrio porteremo la nostra correttezza e il nostro senso di responsabilità ma anche la nostra determinazione nel far sì che gli accordi siano rispettati”. Analoghe valutazioni dal presidente Kompatscher: “Non è la prima volta che l’Autonomia viene attaccata – ha detto – ma noi continueremo sulla nostra strada, spiegando che essa non deve essere considerata uno spreco dal resto del Paese ma come una risorsa”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136