QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Passi avanti nel progetto per la variante in galleria della statale 45bis “Gardesana Occidentale”

mercoledì, 22 novembre 2017

Gargnano – Il C.d.A. di Anas ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica e lo studio di prefattibilità ambientale dei lavori di costruzione della variante in galleria della strada statale 45bis “Gardesana Occidentale”, dal km 86,567 al km 88,800, nel comune di Gargnano, in provincia di Brescia.

Il progetto dell’intervento, con un importo complessivo dell’investimento di oltre 89 milioni di euro, nasce per aumentare il grado di sicurezza e di percorribilità del tratto di strada.

La statale 45bis “Gardesana Occidentale”, che costeggia la sponda occidentale del Lago di Garda, è una delle più importanti vie di comunicazione tra le province di Brescia e Trento e costituisce uno dei più importanti itinerari della Regione Lombardia dal punto di vista paesaggistico e turistico, con località ad alta valenza internazionale e dotate di infrastrutture turistiche e alberghiere che rappresentano una delle maggiori fonti economiche della provincia di Brescia.

Il progetto di variante della statale 45bis “Gardesana Occidentale” mira a ridurre i tempi di percorrenza e a eliminare le congestioni di traffico causate dalle ridotte sezioni delle gallerie attualmente esistenti e dal costante aumento di mezzi, anche pesanti e da turismo, che transitano lungo il tratto di strada.

Per superare queste criticità, il progetto prevede la nuova realizzazione di una strada extraurbana secondaria a carreggiata unica con singola corsia per senso di marcia che bypassi, con un’unica galleria che si estende per 1.800 metri, le tre gallerie esistenti “D’Acli”, “Eutemia” e “Dei Ciclopi”.

Data la conformazione del territorio e l’alto valore del contesto paesaggistico, la nuova infrastruttura potrà essere realizzata solo a monte dell’attuale sede stradale. Nella fase progettuale sono state studiate quattro ipotesi di variante, tutte caratterizzate dalla realizzazione di una galleria naturale in rocce calcaree ma con differenze significative nei punti di inizio e fine intervento. L’alternativa migliore sotto il profilo tecnico-costruttivo, ambientale, paesaggistico ed economico è caratterizzata da un attacco diretto sulla statale 45bis lato Gargnano e una rotatoria alla fine, in corrispondenza dell’intersezione con la strada provinciale 38 per Tignale. I tempi previsti per la realizzazione dei lavori è stimato in 786 giorni.

Il progetto dovrà essere sottoposto alle procedure di approvazione e di localizzazione e al momento è stato anticipato alle amministrazioni competenti per territorio, ai fini della convocazione di una conferenza di servizio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136