QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Parco dello Stelvio: primi accordi per la nuova gestione in Alto Adige

venerdì, 26 febbraio 2016

Bolzano – Il  passaggio alla Provincia di Bolzano delle competenze amministrative e gestionali sulla parte altoatesina del Parco dello Stelvio comporta la necessità di mettere in campo una serie di accorgimenti organizzativi. Tra questi anche quelli riguardanti i centri visite: l’accordo con quattro Comuni è stato sottoscritto oggi a Bolzano.

Sono quattro i centri visite oggetto dell’intesa firmata dal direttore della Ripartizione natura, paesaggio e sviluppo del territorio, Anton Aschbacher, e dai sindaci di Martello, Ultimo, Prato allo Stelvio e Stelvio: si tratta di culturamartell, Lahnersäge, naturatrafoi e aquaprad, la cui proprietà è e rimane dei singoli comuni. L’accordo prevede che le amministrazioni municipali mettano i centri visite a disposizione della Provincia, la quale in cambio verserà a comuni e associazioni turistiche i fondi necessari a coprire spese di gestione e del personale. “Si tratta dello stesso modello organizzativo già sperimentato per i centri visite degli altri Parchi naturali – sottolinea Aschbacher – un modello che sino ad ora si è sempre dimostrato vincente”.

“I compiti che sino ad oggi sono stati svolti dal Consorzio del Parco nazionale dello Stelvio – aggiunge l’assessore all’ambiente Richard Theiner – d’ora in avanti saranno a carico della Provincia di Bolzano”. In concreto ciò si traduce nella creazione del nuovo Ufficio provinciale per il Parco dello Stelvio, che opera già sotto il cappello della Ripartizione natura, paesaggio e sviluppo del territorio. Grazie all’intesa firmata oggi, la Giunta provinciale potrà applicare anche alle strutture del Parco nazionale dello Stelvio di competenza locale le medesime modalità di sostegno finanziario già in vigore dal 16 febbraio scorso per i sette parchi naturali altoatesini.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136