QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Parco dello Stelvio: caccia nei Parchi e inquinamento al centro del confronto tra l’assessore Theiner e il ministro Galletti

giovedì, 18 giugno 2015

Bolzano. Quale futuro per il Parco dello Stelvo? E la caccia? L’assessore Richard Theiner ha incontrato il ministro Galletti ed ha affrontato tre questioni:  inquinamento, Parco dello Stelvio e caccia nei Parchi.

L’attuazione del pacchetto di misure per l’abbattimento dell’inquinamento lungo l’autostrada del Brennero è stato al cGalletti theinerentro del confronto tra l’assessore Richard Theiner e il Ministro dell’ambiente: Risale a oltre un anno fa il pacchetto di misure varato dall’Agenzia provinciale per l’ambiente con l’obiettivo di limitare l’impatto dell’inquinamento atmosferico lungo il tratto altoatesino della A22. Tra i provvedimenti compresi nel documento spicca la possibilità di introdurre un limite di velocità dinamico nei tratti maggiormente a rischio in caso di superamento dei valori di soglia relativi al biossido di azoto.

“Siamo pronti a partire – ha spiegato Theiner durante l’incontro con il Ministro Galletti – ma finché Roma non prende una decisione abbiamo le mani legate. Si tratta di un progetto importante non solo perché può contribuire a migliorare la qualità di vita delle persone che vivono lungo l’asse del Brennero, anche perché le Province di Bolzano e Trento non possono proseguire con il progetto-pilota per la riduzione dell’inquinamento in A22 già presentato all’Unione Europea”.

L’assessore provinciale ha informato il Ministro del protocollo d’intesa sottoscritto fra Trento e Bolzano per la suddivisione al 50% dei costi di gestione della struttura, che in futuro dovrà essere resa autonoma dal punto di vista amministrativo. “Anche in questo caso – ha aggiunto Theiner – è tutto nelle mani di Roma dopo l’accordo sottoscritto lo scorso febbraio, e il Ministro Galletti ha confermato che l’argomento sarà al più presto all’ordine del giorno del governo”. Ultimo argomento affrontato è stato l’annunciato divieto di caccia all’interno dei parchi naturali altoatesini, “un provvedimento – ha spiegato l’assessore – che rischia di minare l’equilibrio ecologico di queste aree”. Al termine del colloquio è stato deciso di dare vita quanto prima ad un gruppo di lavoro comune per analizzare la questione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136