QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ospedale di Desenzano ammodernato e turismo, visita di Gallera e Parolini all’ASST del Garda: “Presidio strategico”

lunedì, 10 ottobre 2016

Salò – “L’ASST del Garda, per la sua forte vocazione turistica che per circa 8 mesi l’anno fa incrementare notevolmente il suo bacino d’utenza, rappresenta un presidio strategico del sistema sociosanitario lombardo, ggallera-parolinirazie anche ai servizi d’eccellenza offerti come il centro dialisi vacanza messo a disposizione degli utenti stranieri.

In particolare, poi, il polo ospedaliero di Desenzano, grazie anche all’adeguamento strutturale avviato, si confermera’ punto di riferimento per il territorio”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel corso di una conferenza stampa al municipio di Salo’, in occasione della visita, all’ASST del Garda, in compagnia dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini, presente in rappresentanza del territorio.

COSTRUZIONE NUOVA PALAZZINA
“In particolare, poi – ha rimarcato l’assessore – il polo ospedaliero di Desenzano, grazie anche all’adeguamento strutturale avviato, si confermera’ punto di riferimento per il territorio. Grazie ad un finanziamento di oltre 7 milioni e 300 mila euro erogato da Regione Lombardia e dallo Stato, infatti, sono iniziati oggi i lavori edili all’Ospedale di Desenzano che prevedono l’adeguamento strutturale ed impiantistico, la costruzione della nuova palazzina che ospitera’ i Poliambulatori, la realizzazione di un nuovo blocco parto e di una sala operatoria dedicata”.

ASCOLTO TERRITORI
“Toccare con mano le necessita’ dei territori – ha concluso Gallera – e’ assolutamente strategico al fine di dare concreta attuazione al percorso di continuita’ assistenziale previsto dall’evoluzione del sistema socio sanitario di Regione Lombardia che ha introdotto il principio di passare dalla cura al prendersi cura. Prendersi cura del paziente significa occuparsi di tutto il suo percorso di cura e non limitarsi al momento dell’acuzie. E’ ormai chiaro che i bisogni della salute sono profondamente cambiati e che l’attenzione nei confronti della cronicita’ rappresentano il principale obiettivo delle politiche di Regione”.

La visita dell’assessore e’ iniziata con un incontro con la Direzione Strategica che ha illustrato l’organizzazione aziendale, le aree di eccellenza e le scelte di indirizzo che caratterizzeranno l’ASST del Garda con l’entrata in vigore del nuovo Piano di Organizzazione Aziendale Strategico-POAS, in fase di approvazione.

Successivamente ha visitato l’Ospedale di Lonato e l’Ospedale di Desenzano, in particolare il Pronto Soccorso e il secondo piano dove si trovano le Unita’ Operative di Ortopedia-Traumatologia, Chirurgia, Chirurgia Senologica e le attivita’ ambulatoriali dell’U.O. Oculistica.

Si e’ poi trasferito all’Ospedale di Salo’ e a Gavardo. A Salo’ ha visitato i Servizi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze e la Sede Territoriale di Via Landi a cui fanno capo i servizi del Polo Territoriale dell’area lago di Garda e Valle Sabbia che, con l’entrata in vigore della Legge Regionale 23 che ha avviato il riordino del Sistema Sanitario Regionale, sono transitati dalla ex ASL di Brescia all’ASST del Garda; a Gavardo ha visitato l’Unita’ Operativa di Cardiologia/Unita’ Terapia Intensiva Coronarica.

DIRETTORE ASST DEL GARDA
“Siamo onorati – ha affermato Peter Assembergs, Direttore generale dell’ASST del Garda – della presenza dell’assessore Giulio Gallera che ci ha offerto la possibilita’ di un confronto diretto in questo primo di anno di applicazione della Legge regionale 23 che ha introdotto grandi cambiamenti nella sanita’ lombarda. Auspico che l’assessore possa visitare, in futuro, anche le Sedi Territoriali della bassa bresciana, l’Ospedale di Manerbio e la struttura di Leno dove, grazie ai due finanziamenti regionali di 6 milioni di euro totali, inizieremo a breve i lavori di adeguamento e messa a norma dell’edificio e per la realizzazione del POT”.

L’assessore Gallera prendera’ parte, questa sera, allo spettacolo ‘Parole e musica in mente’ organizzato dall’ASST del Garda presso Il Vittoriale degli Italiani per ricordare la Giornata Mondiale della Salute Mentale che si celebra oggi.

PAROLINI: ASSISTENZA SANITARIA FONDAMENTALE ANCHE PER IL TURISMO

“Come assessore regionale al Turismo non posso non rimarcare che nella parte bresciana del Garda, seconda destinazione turistica italiana, nei mesi da maggio fino alla fine di novembre, si registrano oltre 7 milioni di presenze e che un’assistenza sanitaria qualificata, soprattutto per acuti, costituisce un elemento di preferenza nella scelta dei luoghi dove trascorrere le vacanze”. Lo ha detto l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia Mauro Parolini che questo pomeriggio, in qualita’ anche di rappresentante territoriale, ha accompagnato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera nel corso della visita ai presidi ospedalieri dell’Asst del Garda.

TERRITORIO PARTICOLARE – “I presidi ospedalieri dell’ASST del Garda, Desenzano, Gavardo e Manerbio, insieme con il Pot di Leno, e le sedi di Salo’ e Lonato coprono un territorio molto esteso che va dalla Val Sabbia, all’Alto Garda fino al basso Garda e alla bassa Bresciana – ha spiegato l’assessore – rispondono alle necessita’ della popolazione residente con una buona articolazione dei servizi. Regione Lombardia terra’ conto, nell’attuazione della riforma sanitaria, delle caratteristiche particolare di questo territorio”.

MODELLO DA ESPORTARE – “Come in tutta la regione – ha concluso Parolini – qui si gioca una sfida importantissima tra ospedale e territorio. La sfida e’ aperta e credo che l’azienda ospedaliera di Desenzano la stia affrontando nel modo migliore tanto da poter essere presa come modello da esportare in tutta la nostra regione”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136