QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Olivicoltura, Fava: “Iseo e il suo territorio protagonisti a Girolio d’Italia 2017″

sabato, 6 maggio 2017

Iseo – L’olio del Lago d’Iseo protagonista a ‘Girolio d’Italia 2017′. Il prestigioso tour dell’extravergine organizzato dall’Associazione nazionale Citta’ dell’Olio in collaborazione con i coordinamenti regionali, dal 26 al 28 maggio fa tappa a Iseo (Brescia) per diffondere la cultura dell’olio e dell’olivicoltura. L’iniziativa e’ stata presentata in Regione alla presenza dell’assessore all’Agricoltura Gianni Fava. La coltivazione dell’ulivo sui laghi italiani ha registrato un vero e proprio boom e l’olio dop prodotto dal Garda al Trasimeno, dai laghi siciliani all’Iseo, si e’ conquistato uno spazio sempre maggiore nella folta comunita’ dei ‘gourmand’.

favaELEMENTO DISTINTIVO – “L’olio e’ elemento che distingue, un comun denominatore del territorio – ha rilevato Fava -, che caratterizza la promozione territoriale e ci restituisce una valenza economica in precedenza dimenticata. Questa manifestazione concorre al rilancio turistico del lago d’Iseo, ma in genere la fruibilita’ nei borghi piu’ belli e suggestivi passa necessariamente attorno alla caratterizzazione di un prodotto alimentare, volano anche di riscoperta dell’agricoltura in un’area che noi riteniamo fondamentale”.

TRE GIORNI INTENSI DEDICATI ALL’OLIO – L’evento, patrocinato dall’assessorato all’Agricoltura di Regione Lombardia, si inserisce nel quadro delle iniziative promosse dall’Associazione nazionale Citta’ dell’Olio, per valorizzare il proprio patrimonio paesaggistico, insieme alla ricchezza enogastronomica rappresentata dagli uliveti dei laghi italiani e la loro produzione olivicola. Ricchissimo il programma dei tre giorni, con oltre 40 eventi gratuiti tra mostre, conferenze, concerti, showcooking, attivita’ sportive e laboratori per i piu’ piccoli.

UNA SCOMMESSA CHE SI STA VINCENDO – Quella attorno alle produzioni locali e alla promozione territoriale e’ “una scommessa che questo territorio sta vincendo, visto che e’ripartito bene -, ha aggiunto Fava – vivendo una dinamica positiva che va intercettata nel miglior dei modi. Lo dico a chi non sa che la Lombardia consuma 23 milioni di litri di olio d’oliva, il valore piu’ alto al mondo, in una regione – vocata tradizionalmente al consumo di grassi animali – che ne produce circa 800 mila litri. Una sorta di contaminazione alimentare riuscita, positiva: non c’e’ dubbio che in piccolo si tratti di una forma di globalizzazione. Se riuscissimo a rivalutare i prodotti delle nostre aree anche in termini di consumi interni potremmo avere sviluppi positivi di mercato”.

SINERGIE E SINTESI COMUNICATIVE – “In tema di turismo lacustre come Regione ci siamo stati e in momenti importanti, – ha ricordato l’assessore – culminati con la grande iniziativa di Christo del 2016 che ha rappresentato il rilancio della zona in termini comunicativi”. “Quella iseana – ha aggiunto – e’ una modalita’ comunicativa efficiente che ruota a un tema importante come l’olio. Sul tema abbiamo sei amministrazioni locali (Iseo, Sulzano, Sale Marasino, Monteisola, Marone e Pisogne) che si parlano, a prescindere dalle posizioni, e si presentano con la stessa modalita’: un grande risultato di sinergia per cui un grazie quindi va anche dato alla Comunita’ montana che coordina questi sforzi”.

TRECENTOVENTOTTO CITTA’ IN RETE – “La citta’ di Iseo e’ nella rete delle 328 Citta’ dell’Olio italiane dal 2016. In poco piu’ di un anno ha dimostrato di voler scommettere sul proprio territorio e sulle proprie eccellenze, creando prestigiose occasioni di visibilita’ e di promozione come questa – ha commentato il presidente delle Citta’ dell’Olio Enrico Lupi – Iseo e’ un esempio per gli altri Comuni, che invitiamo a partecipare con entusiasmo a questa grande festa dell’olio e ad entrare nel novero delle Citta’ dell’Olio lombarde con l’obiettivo di fare sistema e progettare insieme il futuro”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136