QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Olivi: “Sulla Maragnoni urge un piano industriale che chiarisca i progetti del gruppo su Rovereto”

giovedì, 11 febbraio 2016

Trento – Incontro schietto ma sereno, stamane, tra il vicepresidente della Provincia di Trento e le rappresentanze sindacali. “Confrontiamoci su una programmazione di medio periodo. Un dimezzamento delle forze lavoro in fabbrica significherebbe uno smembramento della stessa e non è socialmente sostenibile”, ha detto Olivi.Marangoni tavolo rovereto

”Deve essere chiaro che siamo di fronte ad uno snodo che riguarda la futura politica industriale della Marangoni e come tale va affrontato. Se è vero, come è vero, che l’azienda versa in una fase di oggettiva trasformazione industriale, la forza lavoro non può essere considerata solo un peso, ma un patrimonio da reinvestire per un piano di rilancio della competitività aziendale. Ci aspettiamo – ha aggiunto Olivi – parole chiare sul futuro del sito di Rovereto, rispetto al quale il Gruppo ha progettato alcuni anni fa una concentrazione competitiva che oggi non può essere priva di una forte componente produttiva”. E’ stato un confronto sincero, schietto ed estremamente civile quello di stamattina, protrattosi per un’ora e mezza presso la sede di Trentino Sviluppo, tra il vicepresidente e assessore allo Sviluppo Economico e Lavoro della Provincia autonoma di Trento, Alessandro Olivi, e le rappresentanze sindacali. Al termine l’impegno congiunto ad aprire un tavolo di confronto con l’azienda che verrà convocato nei prossimi giorni.

All’incontro, chiesto nei giorni scorsi dalle parti sociali, erano presenti i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil – rispettivamente Mario Ceruti (Filctem), Marco Ravelli (Femca) e Osvaldo Angelini (Uiltec) – Giovanni La Spada in rappresentanza dei Cobas, oltre ai componenti della Rsu dei lavoratori Marangoni.

Ad accompagnare il vicepresidente Olivi c’erano Claudio Moser, dirigente del Dipartimento Sviluppo Economico e Lavoro della Provincia di Trento, Roberto Dal Bosco, responsabile dell’Ufficio rapporti con le imprese di Agenzia del Lavoro e Sergio Anzelini, consigliere delegato di Trentino Sviluppo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136