QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Olimpiadi a Milano, occasione per i laghi bresciani per gli sport acquatici

mercoledì, 11 settembre 2013

Iseo - In merito alla proposta lanciata dal Presidente Maroni di candidare Milano a sede olimpionica nel 2024, è intervenuto il vicecapogruppo della Lega Nord al Pirellone, Fabio Rolfi. “Plaudo all’idea del Governatore – commenta Fabio Rolfi – di candidare Milano per le Olimpiadi del 2024, un evento che costituirebbe un grande volano per l’economia di tutta la Lombardia. L’intenzione del Premier Letta di proporre Roma, è figlia della solita mentalità centralista che permea tutto l’apparato statale. La Capitale infatti è già stata sede olimpica in passato, adesso è venuto il turno di un’altra città e certamente Milano è quella più adatta per un evento di questa portata. Inoltre, come ha sostenuto Roberto Maroni, si tratta di una buona occasione per riconvertire la piattaforma di Expo 2015, destinandola a utilizzi futuri intelligenti, come la costruzione di una vera e propria cittadella dello sport, di cui Milano ha certamente bisogno.Lago_Iseo_Peschiera_Maraglio_1_Ph._Assolato

“Se questa proposta andasse in porto – prosegue l’esponente bresciano del Carroccio – un’idea da considerare attentamente è quella di utilizzare il Lago di Garda e il Lago d’Iseo per gli sport acquatici e nautici. Un’olimpiade “decentrata” a livello lombardo porterebbe ingenti vantaggi a tutta la Regione e, per quanto riguarda la Provincia di Brescia, si tradurrebbe certamente in un’operazione di grande rilievo capace di rilanciare con forza l’economia bresciana. In sintesi abbiamo di fronte un’opportunità irripetibile per dare maggiore prestigio a un’area che, già oggi, costituisce – conclude Fabio Rolfi – una meta di pregio per il turismo estero.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136