QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Nuvolera: al via opera anti-esondazioni, inaugurato il nuovo canale scolmatore

giovedì, 23 novembre 2017

Nuvolera – “Un’opera attesa ma soprattutto utile, che consentira’ di porre fine ai fenomeni di esondazione che nel tempo hanno interessato parte del territorio bresciano, causando danni anche ingenti in una zona ad alta intensita’ abitativa e industriale. assessore beccalossiUn altro tassello del lavoro che la Giunta Maroni continua a svolgere per progettare e soprattutto completare cantieri fondamentali per la difesa del territorio lombardo dal rischio idrogeologico”.

Lo ha dichiarato l’assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta’ metropolitana Viviana Beccalossi, a Nuvolera (Brescia) per l’inaugurazione del nuovo canale scolmatore.

“Si tratta – ha detto Viviana Beccalossi – di un canale artificiale di oltre tre chilometri, con la portata massima di 30 metri cubi al secondo, finanziato con 6,2 milioni di euro da Regione Lombardia nell’ambito di un programma di interventi di difesa del suolo nel bacino del Naviglio Grande bresciano nei Comuni di Nuvolera, Nuvolento e Bedizzole.”

L’OPERA – Lo scolmatore ha origine dall’opera di presa sul torrente Rudone, a Nuvolera, a valle della confluenza del torrente Giava nel Rudone stesso e scolma le acque nel fiume Chiese con un manufatto di scarico dopo circa tre chilometri di percorso. L’intersezione con il Naviglio Grande Bresciano e’ stata effettuata in modo da salvaguardare dal rischio idraulico anche gli abitati di Mazzano, Rezzato e della citta’ di Brescia.

I lavori sono stati coordinati dall’amministrazione di Nuvolera e hanno coinvolto anche il Consorzio di Bonifica Medio Chiese. L’intervento comprende anche lo “Scaricatore di Ca del Bisso”, opera complementare allo scolmatore di Nuvolera, anch’esso realizzato mediate tubazione completamente interrata, che affronta e risolve le problematiche idrauliche che affliggono il territorio della frazione Campagnola di Bedizzole.

“Un sistema di monitoraggio, allertamento e telecontrollo -ha proseguito Viviana Beccalossi – permettera’ di gestire al meglio il complesso sistema idraulico e le manovre delle opere realizzate. Il nuovo corso d’acqua entrera’ a far parte del reticolo del consorzio di bonifica del consorzio Chiese e diventera’ anche un canale di distribuzione irrigua per le necessita’ agricole dell’area, assolvendo quindi il duplice compito di trasportare l’acqua in eccesso in caso di potenziale esondazione e invece distribuirla agli agricoltori a fini di irrigazione”.

“Lo scolmatore – ha concluso Viviana Beccalossi – operando congiuntamente a quello del Garza, il cui completamento e’ previsto per il settembre del 2018, raccordera’ numerosi corsi d’acqua irrigui, permettendo la messa in sicurezza idraulica una vasta porzione della pianura bresciana”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136