QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Nuovi cartelli sulle piste ciclabili altoatesine

mercoledì, 24 maggio 2017

Bolzano – A fine marzo la Giunta provinciale ha deciso di adottare un nuovo sistema di numerazione e denominazione per le piste ciclabili altoatesine. I primi segnali nelle ultime settimane sono già stati installati tra Brennero e Fortezza (foto USP), con l’alta Val d’Isarco che fa dunque da apripista, ma già tra quest’anno e il prossimo avverrà la sostituzione completa dei cartelli. In Alto Adige la rete di piste ciclabili ha un’estensione di circa 400 chilometri, 250 tra Passo Resia e San Candido, e 100 tra Salorno e il Brennero. “Un gruppo di lavoro composto da esponenti delle comunità comprensoriali ha elaborato un nuovo sistema di numerazione – spiega l’assessore agli enti locali, Arnold Schuler – che permette di superare alcune incomprensioni che si sono verificate in passato”.

pista ciclabile“La necessità di procedere ad una rinumerazione delle piste ciclabili era stata espressa dai rappresentanti delle comunità comprensoriali durante gli incontri semestrali”, aggiunge Renate Marmsoler del Servizio strade, la quale si occupa delle indicazioni chilometriche nelle piste sovracomunali nell’ambito del progetto Raviva dedicato, appunto, all’uniformazione anche a livello amministrativo della rete ciclabile. “Il nostro dipartimento, che è competente per la rete delle piste ciclabili, dà pieno sostegno alle comunità comprensoriali per portare a compimento questa operazione”, afferma l’assessore alla mobilità, Florian Mussner, sottolineando la buona collaborazione istituzionale nel segno della mobilità sostenibile.

I nuovi cartelli avranno il numero della “route”, ovvero del percorso, e l’indicazione chilometrica, e ciò permetterà una più facile e precisa individuazione dei luoghi sia per interventi di protezione civile che per la manutenzione. Non appena la nuova segnaletica sarà installata il tutto sarà accessibile nella nel portale Open Data e nel geobrowser, ma anche in caso di assenza di apparecchi tecnologici, i nuovi cartelli renderanno più agevole l’orientamento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136