Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Neve e terremoto, soccorsi dalle province di Trento e Bolzano

mercoledì, 18 gennaio 2017

Il Trentino Alto Adige coordina i soccorsi in Centro Italia. Le nuove scosse di terremoto che hanno colpito il Centro Italia questa mattina, insieme alle abbondanti precipitazioni nevose dei giorni scorsi, stanno creando notevoli disagi alle popolazioni di quelle zone.

DA TRENTO ALLE MARCHE

Già ieri, in conseguenza delle nevicate, Il Dipartimento della Protezione civile della Provincia, che coordina in materia tutte le regioni italiane, ha provveduto immediatamente all’attivazione di alcune colonne mobili, dotate di mezzi antineve. Alcuni mezzi sono già arrivati a destinazione, altri sono in viaggio. In particolare sono mobilitati due automezzi fresa neve dal Trentino, uno da Bolzano, tre, uno grande e due piccoli, dal Veneto e cinque dalla Lombardia. In totale sono circa una sessantina gli uomini che garantiscono l’operatività dei mezzi inviati. E’ stato inoltre attivato il sistema provinciale di Protezione civile con l’invio di 15 volontari dei Vigili del Fuoco.

terremoto e trentoPrimo obiettivo dell’intervento, quello di liberare le strade principali al fine di poter assistere la popolazione. In una seconda fase, per la quale è in corso una ricognizione dei mezzi, verrà effettuato lo sgombero minuto della neve dalle vie secondarie e dai tetti.

La centrale operativa della Protezione civile trentina è in video conferenza costante con il centro operativo della Protezione civile nazionale, per monitorare continuamente la situazione.

DA BOLZANO IN PARTENZA LA SECONDA COLONNA 

Una seconda colonna raggiungerà Montemonaco nelle Marche, invece che Atri/Teramo. Alla partenza i saluti dell’assessore Schuler.

La prima colonna mobile del Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Bolzano in azione a Montemonaco nelle Marche (Nella foto USP/AgenziaProtezioneCivile/VF/Martin Gasser)

Nella località di Montemonaco, la nuova destinazione situata in provincia di Ascoli Piceno nelle Marche, è stata raggiunta oggi (18 gennaio) dalla prima colonna mobile del Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Bolzano. A mezzogiorno si è tenuta una riunione con il sindaco per inquadrare la situazione e gli interventi da intraprendere. In primo luogo le operazioni di sgombero della neve che nel centro marchigiano ha toccato i due metri. Inoltre, è saltato l’approvvigionamento di energia elettrica.

La squadra d’intervento altoatesina, composta da sei uomini, è coordinata in loco dall’ufficiale Martin Gasser, ha a disposizione una fresa a turbina, un mezzo pesante dotato di lama sgombra neve e un impianto di distribuzione carburante mobile.

neve 10

Per altri interventi nell’Ascolano, come comunica Francesca Monti, ufficiale che oggi (18 gennaio) coordina la Centrale operativa dei Vigili del Fuoco a Bolzano, è in partenza, verso le 18.30, una seconda colonna.

Nelle Marche e in Abruzzo numerose località, in seguito alle precipitazioni nevose delle ultime settimane, sono letteralmente coperte dalla neve. Nelle zone montane nei giorni scorsi il manto nevoso ha raggiunto dai due ai tre metri di consistenza. Altre precipitazioni nevose sono annunciate per i prossimi giorni. La priorità è lo sgombero della neve sulle arterie stradali al fine di ripristinare una viabilità primaria.

La seconda squadra, che sarà salutata alla partenza dalla Centrale di Viale Druso a Bolzano dall’assessore provinciale per la Protezione Civile Arnold Schuler, si compone di mezzi e addetti del Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco, della Ripartizione Servizio Strade, degli uffici Sistemazione Bacini Montani e dei Vigili del Fuoco Volontari. La seconda colonna mobile è composta da 27 persone, dotate di 18 automezzi e 14 mezzi d’intervento, nocnhé tre impianti mobili di distribuzione carburante. La squadra d’intervento resterà in servizio con tutta probabilità fino a domenica.

In serata una nuova colonna mobile della Protezione civile in partenza per Teramo

In partenza in serata una nuova colonna mobile della Protezione civile per Montorio sul Vomano, in provincia di Teramo, nelle zone provate dall’eccezionale nevicata e dalle nuove scosse di terremoto di oggi. In totale ad essere mobilitate sono 38 persone : 15 vigili del fuoco volontari delle valli di Non e Sole , 9 del Servizio prevenzione rischi, 8 del Servizio gestione strade, 6 del Servizio antincendi e Protezione civile.

Per quanto riguarda i mezzi impiegati, vi sono 8 camion (carelloni; semirimorchi; cassonati), 8 frese pesanti, 7 frese manuali, 2 pale movimento neve, 2 pik up per trasporto gasolio, 2 vetture trasporto persone, 1 officina mobile.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136