QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Montecampione ski area: ingresso di privati e nuovi finanziamenti per salvare la società

venerdì, 5 agosto 2016

Montecampione – La società Montecampione ski area si può salvare con l’ingresso di privati e la ricapitalizzazione. Infatti nell’assemblea di questa mattina, che doveva sancire il fallimento della società, c’è stato un colpo di scena: due imprenditori Stefano Iorio e Matteo Ghidini si sono fatti avanti e si sono dichiarati disponibili a destinare 350mila euro. Ora si punta alla capitalizzazione e ci vorranno altri 250mila euro per avviare la ricapitalizzazione e il rilancio della Montecampione Ski Area.

Il progetto è ambizioso e prevede la stesura di un accordo di programma pubblico-privato per la gestione dei servizi di manutenzione sul territorio con l’acquisizione e poi la sistemazione degli impianti di risalita e il rilancio d’immagine dell’intero comprensorio. Il presidente del Bim, Oliviero Valzelli, ha assicurato impegno per garantire azioni politico-amministrative anche per la promozione. L’ente comprensorio – come prevede la legge – non potrà entrare con capitali.

L’obiettivo è quindi la ricapitalizzazione con l’ingresso di privati. Il notaio ha garantito tutela ai sottoscrittori dell’aumento di capitale: qualora non si raggiungesse la soglia dei 600mila euro necessari, ci sarà  il rimborso delle quote. Il tempo per la sottoscrizione è fissato in 50 giorni. Solo allora si conoscerà il destino della Montecampione Ski area.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136