QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Molina: l’assessore Gilmozzi consegna i lavori per la realizzazione della nuova rotatoria per Cavalese

venerdì, 25 luglio 2014

Molina – La rotatoria all’ingresso di Molina (Trento) fa passi avanti: sono stati consegnati i lavori di realizzazione della nuova rotatoria presso l’incrocio della Sp. 232 “della val di Fiemme” con la Sp. 232 Dir, in località Cascata, a cavallo tra i Comuni di Castello-Molina di Fiemme e Cavalese. In corrispondenza di questo incrocio sono ubicati il depuratore di zona ed il C.R.Z., a cui si accede direttamente dalla Sp. 232. “L’obiettivo che si intende raggiungere con l’inserimento di una rotatoria – spiega l’assessore ai lavori pubblici Mauro Gilmozzi (primo da destra) – è quello di otAz Trentino e Gilmozzitenere una razionalizzazione della viabilità nel suo complesso, ottenendo così un maggior grado di sicurezza, nonché una migliore scorrevolezza dei flussi veicolari gravanti sulle due strade.”

 LA DESCRIZIONE DELL’OPERA

L’opera verrà realizzata in prossimità dell’affluente di destra del Torrente Avisio (Rio Primavalle 2). Tale posizionamento permette di realizzare una rotatoria ad una quota pressoché identica a quella dell’attuale sede stradale, limitando quindi i movimenti terra nonché l’impatto finale dell’opera stessa. Verranno realizzati due nuovi tratti di ponte sul suddetto rio, in sostituzione dell’attuale. I raccordi con le due strade provinciali non risultano subire particolari modifiche come pure gli accessi secondari al depuratore ed al C.R.Z.
Queste le principali caratteristiche geometriche dell’intervento:
Larghezza complessiva sede stradale (tipologia C2 sia per anello che per innesti): 9,50 metri
Numero corsie: 2
Larghezza corsie: 3,50 metri
Larghezza banchine: 1,25 metri
Raggio anello rotatoria: 16,50 metri

PRINCIPALI DATI
Progettista: ingegner Giorgio Rasera.
Direttore dei Lavori: ingegner Luigi Stucchi, funzionario del Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia
Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione: ingegner Giorgio Rasera
Aggiudicazione: Associazione temporanea tra le imprese ” STE costruzioni generali S.r.L ” di Moena (capogruppo) – ” BASSO S.p.A ” di Treviso (mandante) per un importo offerto comprensivo degli oneri per la sicurezza di  585.410 euro, corrispondente ad un ribasso del 17,875%. Costo complessivo dell’opera: un milione di euro, di cui 705.418 euro per lavori a base d’appalto comprensivi di  34.051 euro per oneri della sicurezza, e 294.581 euro per somme a disposizione  dell’amministrazione. Il tempo utile per l’ultimazione dei lavori è fissato in 120 giorni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136