QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Mobilità: accordo tra Provincia di Trento e Comun Generale de Fascia

lunedì, 19 gennaio 2015

Val di Fassa – “Si tratta di un passaggio intermedio, ma di grande importanza verso l’approvazione del Piano stralcio della mobilità della Val di Fassa, che avrà un rilevante interesse pubblico, viste le opportunità di sviluppo economico e sociale conseguenti agli interventi previsti e si tratta anche di un esempio importante di come il territorio possa partecipare e condividere le scelte strategiche legate alla pianificazione di settore con effetti di variante urbanistica a livello locale”. Con queste parole, l’assessore provinciale alle infrastrutture Mauro Gilmozzi, ha commentato l’approvazione, oggi in Giunta, dell’intesa fra la Provincia e il Comun General de Fascia con la quale i due enti si impegnano alla definizione degli obiettivi e alla realizzazione in forma integrata delle azioni necessarie ad approntare il Piano della mobilità.

Il Piano stralcio è lo strumento di pianificazione territoriale che consente alla Provincia di concertare con le Comunità territoriali e per mezzo di esse con i Comuni, l’attuazione delle politiche provinciali in tema mobilità sostenibile, ricorrendo all’individuazione e localizzazione, condivisa, di specifici interventi ed opere, anche in variante al Piano Urbanistico Provinciale.

Fra gli obiettivi indicati nell’intesa, propedeutica all’adozione del Piano, quelli di migliorare e potenziare la rete viabilistica, liberare i centri abitati dal traffico di attraversamento e definire reti di mobilità più efficenti per la gestione della viabilità nelle zone montane. Per realizzare tali obiettivi vengono indicati interventi di breve periodo, inferiore ai 5 anni, medio periodo, inferiore ai 15 anni e lungo periodo, superiore ai 15 anni. Tutti gli interventi previsti dal piano, saranno approfonditi e valutati dal punto di vista economico, compatibilmente con le risorse finanziarie a disposizione e in relazione alle altre priorità in ambito provinciale.

Tra le previsioni infrastrutturali del Piano stralcio della mobilità della Val di Fassa si segnalano in particolare la realizzazione della galleria paravalanghe a Passo Fedaia, intervento già finanziato e di cui è stata avviata la progettazione per l’importo di 2.500.000 €. Sono, tra l’altro, previsti interventi di sistemazione e consolidamento al Passo Sella, la realizzazione di parcheggi di attestamento a Canazei, Vigo di Fassa e Moena, il collegamento Moena-Lusia e Pera Meida ed il completamento dei percorsi ciclopedonali lungo il torrente Avisio, fino ad Alba di Canazei.

Il Comun Generale de Fascia si impegna a dare la propria collaborazione alla progettazione e alla realizzazione degli interventi, sia mediante supporto tecnico, sia mediante la collaborazione concreta al fine di un contenimento dei tempi e degli impatti ambientali durante l’esecuzione dei lavori. Oltre a questo, si impegna ad incentivare la mobilità ciclo-pedonale e ad attuare politiche urbanistiche finalizzate alla realizzazione di aree parcheggio, ulteriori rispetto a quelle già individuate nel piano stralcio, anche con forme di partenariato fra pubblico e privato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136