QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Mezzano, Only The Brave raddoppia: l’evento del 7 ottobre con 260 vigili del fuoco

giovedì, 5 ottobre 2017

Mezzano – Quest’anno “Only The Brave raddoppia”. Il 7 ottobre a Mezzano (Trento) 260 Vigili del Fuoco volontari di 64 distaccamenti diversi si sfideranno in prove di resistenza fisica

Vigili del fuoco 1

Dopo il grande successo delle edizioni passate, il 7 ottobre Mezzano torna ad ospitare Only The Brave, la prova in salita con autorespiratori per Vigili del Fuoco organizzata dal Corpo Vigili del Fuoco Volontari di Mezzano con la collaborazione di tutti i Corpi del distretto di Primiero.

La novità per il 2017 è data dal fatto che le prove saranno due: a quella classica lungo strade e sentieri di montagna, ora “OTB Strong”, si aggiungerà una prova denominata “OTB City”, lungo le caratteristiche “canisele”, le viuzze di Mezzano, uno dei Borghi più belli d’Italia. In totale, nelle due prove, si confronteranno circa 260 Vigili del Fuoco, in rappresentanza di ben 64 distaccamenti diversi.

I partecipanti arriveranno da tutto il Trentino, dall’Alto Adige, dalle provincie di Roma, Padova, Pavia, Milano, Venezia, Firenze, Vicenza e infine dalla lontana Zagabria, a riprova del forte interesse suscitato da un evento unico nel suo genere.

Confermata anche per quest’anno la diretta video della prova in salita direttamente sul maxischermo posto in Piazza Brolo a Mezzano, quartier generale della manifestazione. La mission degli organizzatori è rimasta quella originale: creare un evento che, utilizzando “la natura come palestra di allenamento”, stimolasse i vigili del fuoco a migliorare la propria preparazione fisica e soprattutto il proprio rapporto con l’autorespiratore, strumento essenziale per l’interventistica moderna.

La valenza formativa e addestrativa della prova è confermata dal fatto che, solo per prepararsi all’evento, i vigili partecipanti hanno effettuato in media 7/8 prove a testa in tracciati simili a quello di gara, aumentando notevolmente la propria preparazione fisica e migliorando la propria efficienza nell’uso dell’autorespiratore. Continua anche per il 2017 la collaborazione con il centro di ricerca INMM di Ferrara.

Quest’ultimo, già partner della Nato, è impegnato in questi anni nella realizzazione di un sistema di monitoraggio dei parametri vitali dei soccorritori durante operazioni ad alto rischio, anche nel settore antincendio, per permettere di intervenire prontamente interrompendo il lavoro degli operatori prima che incorrano in improvvisi malori dovuti all’intensa attività svolta.

Per testare il sistema, durante la gara alcuni concorrenti verranno monitorati mediante l’utilizzo di sensori che, ogni 30”, registreranno ed invieranno all’equipe medica e tecnica i loro parametri vitali. Questi dati saranno studiati ed interpretati per capire mediamente quale sia il comportamento fisico di un vigile del fuoco sottoposto ad alto sforzo per lungo tempo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136