Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Maltempo, allerta in Lombardia per rischio idraulico, idrogeologico e vento forte

lunedì, 8 gennaio 2018

Colico – La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attivita’ e’ coordinata dall’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione,Simona Bordonali, ha emesso una comunicazione di ordinaria criticita’ (codice giallo) per rischio idrogeologico, idraulico e vento forte a partire dalle ore 21 di oggi.

bordonali assessore regioneRISCHIO IDROGEOLOGICO – Il codice giallo per rischio idrogeologico e’ segnalato sulle zone omogenee IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese) e IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco).

RISCHIO IDRAULICO – sulla zona omogenea IM-09 (Nodo Idraulico di Milano, province Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese).

RISCHIO VENTO FORTE – sulle zone omogenee IM-04 (Laghi e Prealpivaresine, provincia Varese), IM-09 (Nodo idraulico di Milano, province Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese), IM-10 (Pianura centrale, province di Bergamo, Cremona, Lecco, Lodi, Monza e Brianza e Milano), IM-11 (Alta Pianura centrale, province Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova), IM-12 (Bassa pianura occidentale, province di Cremona, Lodi, Milano e Pavia) IM-13 (Bassa pianura orientale, province Cremona e Mantova), IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia).

SINTESI METEOREOLOGICA – “Il flusso umido e mite di provenienza meridionale – ha spiegato Bordonali – lascera’ gradualmente spazio ad aria piu’ fredda di origine atlantica in seno all’ampia struttura depressionaria in avvicinamento dalla Penisola Iberica. Sotto queste condizioni ci attendiamo a partire dalle prossime ore la fase piu’ acuta del periodo perturbato in corso. A partire dalla tarda serata di oggi 8 gennaio e fino alle prime ore di domani 9 gennaio, precipitazioni diffuse moderate e localmente intense, anche sotto forma di rovesci e temporali, lungo i settori pedemontani e di alta pianura centro-occidentali. Nell’eventualita’ di fenomeni semi-stazionari non si escludono precipitazioni significative anche su pianura occidentale. Nel pomeriggio attenuazione dei fenomeni con ultime precipitazioni sulle aree alpine e prealpine.

Sui settori alpini e prealpini si prevedono inoltre precipitazioni nevose da deboli a moderate attese per l’intera giornata di domani 9 gennaio, con quota neve variabile, inizialmente oltre i 1500 metri e in discesa tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio fino a 1000-1200 metri.

INDICAZIONI OPERATIVE – Si chiede ai sistemi locali di protezione civile di attivare una fase operativa di attenzione, cioe’ di predisporre il sistema locale alla pronta attivazione di azioni di monitoraggio e contrasto, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza comunale, per la salvaguardia della pubblica incolumita’ e la riduzione dei rischi.

In particolare si suggerisce ai Presi’di territoriali di prestare attenzione ai fenomeni che localmente potrebbero risultare pericolosi, quali:

- scenari di rischio idrogeologico e idraulico, con effetti localizzati legati a instabilita’ di versante, colate di detrito o di fango, fenomeni di erosione e cadute massi, locali innalzamenti dei livelli idrici, fenomeni di erosione spondale, possibili locali effetti di esondazione e/o insufficienza del reticolo di drenaggio urbano (in particolar modo nelle aree metropolitane), che potrebbero determinare pericolo per la sicurezza e integrita’ di beni e persone;

- scenari di rischio vento forte, con effetti locali che potrebbero generare problemi sulle aree interessate all’eventuale crollo d’impalcature, cartelloni, alberi; sulla viabilita’, soprattutto nei casi in cui sono in circolazione mezzi pesanti; nello svolgimento delle attivita’ esercitate in alta quota; per la sicurezza dei voli amatoriali e delle attivita’ svolte sugli specchi lacuali.

La Sala operativa chiede di segnalare con tempestivita’ eventuali criticita’ che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala operativa di Protezione civile regionale 800.061.160 o via mail all’indirizzo cfmr@protezionecivile.regione.lombardia.it.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136