QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Malghe in Rete, il progetto viene svelato a Sale Marasino

mercoledì, 2 aprile 2014

Sale Marasino – Un passo avanti nella realizzazione della Rete di tutte le malghe del Sebino e Valle Camonica. La Comunità montana del Sebino presenta oggi – dalle 10 alle 12 – nell’ex chiesa dei Disciplini a Sale Marasino, il trekking degli alpeggi ‘Malghe in rete del Sebino’. E’ un intreccio di sentieri lungo in tutto sessanta chilometri, la cui messa in evidenza e sicurezza è costata 265 mila euro. Dopo i saluti delle autorità ci saranno gli interventi degli esperti con Maria Gloria Sainaghi, della direzione generale Agricoltura della Regione Lombardia, e Graziano Lazzaroni, del settore Agricoltura della Provincia di Brescia. Laura Boldi, direttrice del Gal Golem Sebino Val Trompia, parlerà della misura con cui si è finanziata la ‘messa in Rete’ e la cartellonistica dei sentieri sebini.alpeggio

Toccherà poi a Gloria Rolfi, direttrice della Comunità montana, illustrare l’idea originaria del progetto ‘Malghe in rete’ e gli altri interventi volti a valorizzare il comprensorio del Sebino bresciano. La produzione casearia e la promozione del formaggio di malga è il tema affidato ad Andrea Bezzi, presidente del Consorzio Silter. Infine, Marcello Baiguera, il direttore del Consorzio forestale Sebinfor, ripercorrerà le fasi di realizzazione del progetto, soffermandosi sulle caratteristiche tecniche dei percorsi e sugli aspetti storici e culturali legati alla pratica dell’alpeggio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136