QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Macroregione alpina e cultura in Valtellina: stanziati 500mila euro. L’assessore Cappellini: “Il nostro modello è quello della Svizzera”

mercoledì, 17 dicembre 2014

Tirano – Valorizzare il territorio e rafforzare i rapporti bilaterali con la Svizzera in un’ottica di macroregione. ”Un investimento importante, di circa 500mila  euro, per un territorio strategico come quello della Valtellina, al quale Regione Lombardia presta da sempre molta attenzione”. Così Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, durante la conferenza stampa di presentazione dei beneficiari degli ultimi bandi regionali in ambito culturale, che hanno visto proprio la  Provincia di Sondrio e il Comune di Tirano tra i principali assegnatari.

I MAGGIORI PROTAGONISTItrenino1

“Due progetti a  Tirano e uno a Piuro – ha spiegato l’assessore – per un finanziamento totale di 400.000 euro. Per Tirano si tratta della riqualificazione della stazione ferroviaria della città, punto di partenza del sito Unesco della ferrovia retica (nella foto). Un finanziamento totale di 280.000 euro, che rappresenta uno dei più importanti concessi negli anni da Regione Lombardia”. “Il primo progetto – ha detto Cappellini – prevede la riqualificazione del sottopasso della stazione, la realizzazione di un info point e l’allestimento di un’esposizione sulle eccellenze del territorio. Il secondo prevede invece di intervenire sulla biglietteria e ampliare l’ufficio turistico, migliorando la fruizione ad entrambi gli uffici della piazza. Un allestimento multimediale che permetterà di dare informazioni a turisti e viaggiatori, valorizzando non solo il percorso del treno, ma anche di tutto il territorio”. “Per quanto riguarda Piuro – ha aggiunto l’assessore – l’intervento finanziario riguarda l’area archeologica denominata ‘Belfort’, dove si trovano i resti dell’antico abitato di Piuro. L’area era già stata oggetto di interventi negli anni passati grazie a un finanziamento europeo sul programma Interreg e ora, grazie a questo intervento regionale, si renderà più fruibile il sito”.

PIU’ VICINA LA SVIZZERA RISPETTO A ROMA

“Progetti – ha continuato l’assessore – che hanno l’obiettivo di rafforzare ancora di più i legami istituzionali e, in particolare, quelli sul fronte culturale con la vicina Svizzera, anche nell’ottica della neonata Macroregione Alpina, a cui guardiamo con grande attenzione e forti aspettative. Il nostro modello è quello dell’efficienza della Confederazione svizzera piuttosto che il centralismo burocratico del Governo di Roma”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136