QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Legge elettorale, l’onorevole Fraccaro (M5S) svela: “Nel libro Stil Novo Renzi vuol cancellare le regioni a statuto speciale”

venerdì, 9 giugno 2017

Trento – Lo scontro sulla legge elettorale prosegue con le posizioni differenziate dei diversi ei e l’onorevole Riccardo Fraccaro (M5S) ha svelato alcuni aneddoti e il ruolo giocato dall’ex premier Renzi sul Trentino.

L’onorevole Riccardo Fraccaro (nella foto) sostiene: “Anche stavolta Renzi viene sbugiardato: per tentare goffamente di rimediare all’immagine catastrofica di un partito dilaniato dai franchi tiratori, il segretario Pd dice di aver voluto difendere il Trentino.

Riccardo fraccaro 1

Peccato però che nel suo libro “Stil Novo” Renzi abbia scritto nero su bianco: “Via le regioni a statuto speciale”. La Boschi è andata oltre, dichiarando pubblicamente di essere favorevole alla soppressione delle autonomie. Forse questo è il solo impegno che l’ex premier si sia sforzato di mantenere”. Il deputato trentino del MoVimento 5 Stelle Riccardo Fraccaro, aggiunge: “Prima Renzi ha sottratto 3 miliardi di euro con l’accordo del 15 ottobre 2014, che ha violato l’ordinamento finanziario provinciale, poi altri 1,3 miliardi l’anno dal Trentino e altrettanti dall’Alto Adige oltre ai 20 milioni di euro che si è accaparrato con il rientro di capitali esteri spettanti al nostro territorio”.

“Il Pd – prosegue il portavoce M5S – ha tentato di approvare l’Italicum, che avrebbe di fatto azzerato il peso politico del nostro territorio e le riforme costituzionali di stampo centralista che avrebbero ridotto in macerie il sistema di autonomia. In quest’opera di demolizione Renzi ha avuto man forte dai partiti finti autonomisti, che hanno svenduto i cittadini in nome del potere personale. Il segretario del Pd ha affermato che non faranno mai una legge contro l’Svp: certo, perché vogliono solo tutelare gli alleati e le poltrone della loro coalizione. La realtà è che non faranno mai una legge a favore dei trentini, dei cittadini che continuano a calpestare in nome degli interessi di bottega. Renzi vuole solo difendere i privilegi feudali dei partiti politici. Il M5S è da sempre a favore delle autonomie locali come sancito dall’articolo 5 della nostra Costituzione, del principio di autodeterminazione dei cittadini, della democrazia diretta e del rafforzamento delle forme locali di governo. Coerenza e onestà sono di casa nel M5S, che per questo ha difeso i trentini in Aula”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136