QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Lavori sulle strade in Trentino: interventi dei protezione alla Statale 50 del Grappa e Passo Rolle

venerdì, 21 novembre 2014

Passo Rolle – Mantenendo gli impegni assunti dopo le pesanti nevicate dello scorso inverno, l’assessore ai lavori pubblici Mauro Gilmozzi comunica che, grazie alla tempestività e all’impegno delle imprese coinvolte, e nonostante il meteo estivo avverso, nel corso di questa settimana la Provincia, attraverso il Servizio Gestione Strade e con la collaborazione del Servizio Geologico e Servizio Prevenzione Rischi – nonché avvalendosi della consulenza dell’ingegner Thomas Frenez di Trento – ha portato a termine i lavori urgenti di ripristino e realizzazione delle opere di protezione alla statale 50 del Grappa e Passo Rolle.lavori anas strade

I lavori si sono resi necessari a seguito dei fenomeni valanghivi connessi alle straordinarie precipitazioni nevose avvenute nell’inverno 2013/2014, che hanno divelto gran parte delle opere di difesa esistenti (paramassi e paravalanghe) poste fra quota 2000 e 2300 metri slm.

La Provincia, nel corso dell’estate ha sistemato complessivamente 340 ml di barriere paramassi di cui:

- 140 ml per rifacimento completo di barriere esistenti;
- 190 ml per sistemazione / ripristino di barriere esistenti;
- 10 ml di nuove barriere.

Le opere, eseguite dalle Ditte Eurorock e Unirock, sono costate € 137.000.

Inoltre, in regime di somma urgenza, la Provincia, a partire dal mese di agosto, ha sistemato complessivamente 2300 ml di barriere paravalanghe di cui:

- 105 ml per rifacimento di barriere esistenti, completamente distrutte dalle valanghe;
- 662 ml per rifacimento totale delle fondazioni e ancoraggi;
- 1117 ml per rifacimento parziale di fondazioni e ancoraggi;
- 416 ml di nuove barriere.

Queste opere, eseguiti dalle Ditte Edilcom, Kappacob e Dallapè, sono costate € 1.900.000.

Con l’avvio dell’imminente stagione invernale, la statale 50 sarà dotata di opere di difesa più affidabili rispetto alle preesistenti, sia sotto il profilo quantitativo che strutturale.
I nuovi paravalanghe sono stati dimensionati applicando le norme tecniche svizzere, considerate le più restrittive nei confronti della sicurezza, ipotizzando un’altezza di progetto del manto nevoso pari a 3.00 ml, un peso specifico della neve di 400 kg/mc ed inoltre adottando il più prudenziale valore del coefficiente di scivolamento del terreno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136