QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Lago d’Iseo: dalla Regione fondi per liberare acqua dalle alghe

sabato, 9 settembre 2017

Iseo – “Regione Lombardia e’ pronta a stanziare subito 50.000 euro per la redazione del progetto di fattibilita’ per la programmazione di tutte le azioni finalizzate all’estirpazione delle alghe dal Lago di Iseo.

Contemporaneamente sono gia’ stati messi a bilancio altri 150.000 euro per aiutare le province di Bergamo e Brescia nelle operazioni di pulizia”. Lo annunciano gli assessori regionali Claudia Terzi (Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile) e Alessandro Sorte (Infrastrutture e Mobilita’) al termine di una riunione tecnica che si e’ svolta, oggi, in Regione Lombardia con i rappresentanti delle province di Bergamo, Brescia e dell’Autorita’ di Bacino.

UN NUOVO ACCORDO DI COLLABORAZIONE – “Non solo aiutiamo concretamente, come e’ nel nostro dna, le istituzioni provinciali che hanno la responsabilita’ della pulizia del Lago – hanno continuato Terzi e Sorte – ma ci impegniamo anche ad approvare in Giunta un accordo di collaborazione insieme agli altri 3 Enti coinvolti”.

Il Testo prevede, dunque, da un lato un doppio stanziamento di 150.000 euro da parte dell’assessorato regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile (50.000 all’anno da 2017 a 2019) e di quello alle Infrastrutture e Mobilita’ (sul bilancio 2018), e dall’altro la creazione di un gruppo di lavoro tecnico che esamini l’aspetto delle competenze prevedendo, in particolare, la possibilita’ di aggiungere alle funzioni delle autorita’ di bacino anche quelle di ‘pulizia’ delle acque da alghe e materiali galleggianti che richiederanno un’eventuale modifica di Leggi regionali.

VALORIZZARE BELLEZZE DELLA NOSTRA REGIONE – “E’ un importante traguardo raggiunto – hanno concluso Terzi e Sorte – che, siamo certi, potra’ segnare un’importante svolta nella pulizia del Lago creando anche un coordinamento che rendera’ piu’ fluide le operazioni e piu’ chiare le competenze. Un altro obiettivo centrato dalla Giunta guidata dal presidente Maroni in una vera ottica di valorizzazione delle bellezze della nostra regione e rilancio del Lago d’Iseo anche in chiave turistica”.

Alghe sul lago d’Iseo, interrogazione al Pirellone

È stata discussa oggi dal Consiglio regionale un’interrogazione sul proliferare dell’alga ‘vallisneria spiralis’ nelle acque del Sebino. Ne dà notizia l’interrogante e Presidente della Commissione Sanità e politiche sociali del Pirellone, Fabio Rolfi. 

“Si tratta di un tema di strettissima attualità – spiega Rolfi – considerata anche la stagione estiva particolarmente calda che ha causato l’abbassamento del lago, aumentando il fenomeno della proliferazione di queste alghe alloctone. Basta recarsi in loco per comprendere come la situazione in essere crei seri problemi, con effetti negativi sul turismo e sulla pesca, ma anche allo stesso ecosistema lacuale del Sebino.

A questo proposito prendo atto con soddisfazione di come l’Assessorato regionale abbia tempestivamente convocato per la giornata di oggi un tavolo con i rappresentanti istituzionali, proprio per fare il punto della situazione.

Personalmente ritengo sia urgente una soluzione incisiva: l’autorità di bacino dispone di un battello ‘eradicatore’, attualmente fermo a causa della mancanza di autorizzazione da parte delle province interessate. Considerato quindi che già oggi disponiamo dei mezzi necessari, sono convinto che l’eradicazione dai fondali di queste alghe costituisca il modo migliore e più rapido per affrontare la cosa in maniera definitiva. Tutto ciò anche alla luce del fatto che nei prossimi anni il rischio concreto è quello di un peggioramento di una situazione che già oggi ha creato danni ingenti al sistema lago, economico ed ambientale; se non si interviene nel modo giusto – conclude l’esponente del Carroccio – si rischia di vanificare i numerosi investimenti per il rilancio del Sebino fatti in concomitanza del floating piers.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136