QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Lago d’Idro, ecco i progetti di messa in sicurezza

sabato, 18 maggio 2013

Un piano per la messa in sicurezza del lago d’Idro e migliorare i collegamenti tra la Lombardia e il Trentino. I Ministeri dell’Ambiente e Beni Culturali hanno espresso parere favorevole, con prescrizioni, sulla Valutazione di impatto ambientale del progetto definitivo per la messa in sicurezza del lago d’Idro.
lago_d_idro,197
Il progetto prevede la realizzazione di diverse opere, destinate a sostituire alcune infrastrutture, lesionate da una frana incombente sulla sinistra del fiume, nel punto in cui il lago si trasforma nell’emissario. In quest’ottica saranno migliorati anche i collegamenti viari tra la provincia di Brescia e il Trentino, in particolare per le località turistiche, tra cui Madonna di Campiglio.  L’evoluzione della frana ha, nel corso degli anni, compromesso la piena funzionalità delle opere di regolazione del lago. In particolare, di una galleria  utile per far defluire le acque in occasione delle piene. Una nuova galleria di scarico di fondo rappresenta infatti il principale intervento per la messa in sicurezza idraulica del lago.

“Le opere riguardanti il lago d’Idro sono una priorità per garantire la sicurezza dei nostri cittadini – ha detto l’assessore al territorio della Regione Lombardia, Viviana Beccalossi -. Si tratta di un intervento atteso da anni e Regione Lombardia metterà in campo ogni sforzo, perché si possa procedere nel più breve tempo possibile e con la massima condivisione delle Amministrazioni locali”. Nei prossimi giorni, su richiesta dei sindaci, verrà organizzato un sopralluogo tecnico per visionare lo stato di gravità delle lesioni. Ai sindaci è stata ribadita la necessità di giungere a una conclusione condivisa del percorso, poiché interventi di questo tipo suscitano preoccupazione. “Il nostro dovere – conclude Beccalossi – è tutelare la vita dei cittadini, il territorio, le proprietà pubbliche e private”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136