QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

L’accordo cultura siglato dagli assessori Euregio

giovedì, 28 agosto 2014

Bolzano - Gli assessori alla cultura dell’Euregio, Tiziano Mellarini (Provincia autonoma di Trento), Christian Tommasini, Philipp Achammer, Florian Mussner (Provincia autonoma di Bolzano) e Beate Palfrader (Land Tirol) nel primo incontro di lavoro congiunto nella sede del GECT all’EURAC a Bolzano, hanno siglato oggi l’”Accordo cultura” per l’intensificazione della collaborazione in ambito culturale.proclamazione degli elettiUgo Rossi presidente

“Un passaggio importante – ha sottolineato Mellarini – soprattutto per i giovani: è decisivo proprio per loro dedicare attenzione alla cultura, elemento che può fornire i saperi per essere protagonisti nella casa comune dell’Europa. Così come un’attenzione particolare dovrà essere rivolta la mondo del volontariato culturale che rappresenta la base, o meglio una delle piattaforme, per un fare cultura di eccellenza. Sono convinto che proprio un territorio come quello dell’Euregio può assumere una funzione importante di raccordo, incontro e crescita tra la cultura mitteleuropea e quella mediterranea”.

L’assessore ha quindi proposto una riunione di tutte le associazioni culturali dell’Euregio per rendere concreta la loro partecipazione alla costruzione dello spazio culturale comune. Mellarini ha anche ribadito che l’accordo non dovrà restare solo sulla carta bensì diventare lo strumento per mettere in campo attività e iniziative che rendano concrete le linee e gli obiettivi condivisi dall’accordo.

Per questo ha proposto, ogni semestre, una riunione tra gli assessori che si occupano di cultura e si è poi soffermato sulle iniziative che il Trentino sta attuando per il Centenario della prima Guerra mondiale e sull’organizzazione della Giornata dei musei del Tirolo storico che si terrà a Trento e Rovereto il 24 ottobre del 2014. Questa iniziative, ha ribadito l’assessore, rappresentano già una prima concreta attuazione dell’accordo.

L’”Accordo cultura” fa seguito ad una deliberazione della giunta del GECT del marzo 2014, per la messa in rete delle iniziative in ambito culturale in considerazione del fatto che il settore culturale costituisce da sempre la colonna portante della cooperazione in ambito Euregio, istituzionalizzata con la costituzione del GECT Gruppo europeo di cooperazione territoriale dell’Europaregione Tirolo-Alto Adige-Trentino. Nell’Euregio esistono numerose iniziative culturali oramai consolidate ed affermate, simili per carattere e contenuto.

Creando una rete e promuovendo una più stretta collaborazione fre le varie istituzioni culturali si favorirebbe, da un lato la connessione culturale e sociale fra i tre territori e, dall’altro, si potrebbe conferire alle singole iniziative già di successo ulteriore rilevanza e prestigio nello scenario internazionale.

Gli assessori hanno convenuto, pertanto, che sarà garantito uno scambio permanente di informazioni e che sarà attuata la pianificazione concreta di progetti culturali grazie a piattaforme comuni. Sono previste conferenze annuali degli assessori, riunioni periodiche di un gruppo di lavoro appositamente insediato composto da dirigenti e funzionari delle Ripartizioni Cultura dei tre territori.

Inoltre, su argomenti specifici saranno convocate conferenze tematiche con gli operatori della rispettiva area. L’obiettivo è di valorizzare le iniziative esistenti e dare vita a nuove iniziative ed offerte transazionali per rafforzare il dialogo culturale sostenendo creatività ed innovazione. A tal fine si intende mettere in rete le istituzioni culturali, euro regionalizzare le iniziative di particolare rilievo, omogeneizzare i criteri di finanziamento creando incentivi con lo scopo di sostenere progetti ed iniziative di valenza euroregionale e cooperazioni transregionali con contribui propri e avvalendosi dei finanziamenti previsti dall’Unione europea. Inoltre, si intende identificare dei luoghi e delle istituzioni di eccellenza quali “Centri culturali dell’Eureregione”.

Un’attenzione particolare sarà posta nella promozione di iniziative in favore della partecipazione culturale dei giovani sviluppando un clima favorevole alla creatività ed innovazione culturale anche attraverso lo sviluppo dei talenti. L’Accordo indica fra gli obiettivi anche la mobilità dei dipendenti e la promozione della competenza culturale.

Una delle misure necessarie per favorire gli intenti è la messa in atto di misure per agevolare la promozione e la pubblicità di iniziative culturali. In tal senso si pensa alla promozione di istituzioni culturali e di manifestazioni ed iniziative di rilievo ed alla predisposizione di un calendario comune delle iniziative culturali. Per facilitare ed incrementare la mobilità del pubblico che potrebbe seguire le offerte culturali è prevista le realizzazione di progetti pilota per l’introduzione di abbonamenti transregionali ed incentivi per sconti e sistemi di ticketing.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136