QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Nessun rinvio: la variante di Cles si farà. L’annuncio dal presidente Ugo Rossi

venerdì, 23 maggio 2014

Cles – La variante di Cles si farà. Le preoccupazioni emerse in queste settimane sono state fugate dal presidente Rossi e dall’assessore alle infrastrutture della Provincia di Trento. La variante stradale all’abitato di Cles è, e rimane, tra le opere pubbliche in programmazione ed esecuzione. Lo sottolineano il presidente e l’assessore alle infrastrutture della Provincia autonoma di Trento.

Infatti, in modo impreciso, l’intervento nel capoluogo della val di Non è stato associato all’annullamento del bando per le varianti di Pinzolo e del Tesino, diffuso nei giorni scorsi dalla Provincia di Trento. Invece la variante di Cles non è tra le opere che sono state oggetto di rinvio per la compatibilità delle risorse stanziate dalla recente manovra finanziaria.

DSCN0448

Un chiarimento necessario: l’atto predisposto dell’Agenzia provinciale per gli appalti e contratti riguarda infatti le procedure di affidamento per la gara in corso, che registrano a vario titolo problematiche di natura amministrativa, legate agli atti presentati in fase di gara dalle due imprese concorrenti. Al momento attuale, a fronte delle procedure di annullamento delle offerte, è stato presentato ricorso da parte delle imprese. Al termine di questa fase sono due le ipotesi possibili: un vincitore tra le due imprese, definito dalle sentenze del Tribunale amministrativo, oppure l’annullamento delle offerte presentate da entrambe le imprese. In quest’ultimo caso – sottolineano i vertici della Provincia – visto il numero limitato di partecipanti e l’annullamento delle due offerte, l’amministrazione può procedere, secondo le previsioni di norma, ad una nuova aggiudicazione, con una procedura semplificata che consenta di recuperare il lavoro svolto. <In un caso come nell’altro – conclude il presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi –  risolti i problemi di carattere procedurale amministrativo, si conta di poter iniziare al più presto i lavori di realizzazione della variante stradale a Cles>.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136