Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


La Valtellina si mobilita per salvare Nadine. Iniziativa di Fides Marzi

venerdì, 18 gennaio 2019

Sondrio – Un ponte tra la Valtellina e il Burundi. E’ l’obiettivo dell’Associazione Dukorere Hamwe di Sondrio che da anni è attiva in provincia di Sondrio e ora stanno portando avanti il progetto “Diamo un futuro a Nadine”Nadine ha 26 anni, è nata e vive in Burundi ed ha due figli di due e quattro anni. Per quattro anni è stata curata per un mal di denti fino a quando, quattro mesi fa, le è stato diagnosticato un tumore in bocca che si sta estendendo in maniera tale da renderle difficile anche la deglutizione. Un’equipe di medici specialisti di Milano si è resa disponibile ad operarla gratuitamente tuttavia ci sono delle importanti spese di ricovero.

Fides Marsi 1Le iniziative in Valtellina sono promosse da Fides Marzi (nella foto), arrivata in Italia dal Burundi a 12 anni, con la mediazione del missionario comboniano padre Gianni Nobili, è stata adottata da Lena Marzi, maestra in pensione di 70 anni. Dopo la laurea in Scienze Agrarie diventa assaggiatrice di formaggi, sommelier, membro del direttivo del Club Papillon in Valtellina e, nel 2006, ha fondato l’Associazione “Lavoriamo Insieme”, ponte fra Valtellina e Burundi. Fides ha avviato un’attività nel settore agricolo per introdurre in Burundi tecniche intensive di coltivazione per garantire una maggiore produttività che riesca a combattere la malnutrizione endemica di quei luoghi. Da qui l’esigenza di acquistare bovini per ottenere il letame che incrementa la fertilità dei terreni: l’obiettivo per il 2019 sarà quello di acquistare quante più mucche possibile.

“Durante la recente visita in Burundi - spiega Fides Marzi - ho incontrato Nadine e ho riscontrato che le sue condizioni sono peggiorate. Ho contattato specialisti in chirurgia maxillo- facciale in Lombardia che si sono detti disponibili ad accoglierla ed intervenire”. Il costo della degenza (l’intervento è gratuito) e il trasporto dal Burundi a Milano è attorno ai 30mila euro, così è nata l’iniziativa “Diamo un futuro a Nadine” con la raccolta fondi. Sono stati aperti due conti correnti sulla Banca Popolare di Sondrio e sul Credito Valtellinese con la causale: salviamo Nadine. “Ogni più piccolo contributo è preziosissimo – conclude Fides Marzi – per dare una speranza e un futuro a Nadine”.      

Come aiutare Nadine:

Banca Credito Valtellinese
IT12Q0521611010000000040004

Banca Popolare di Sondrio
IT16D0569611000000002660X41

Causale: SALVIAMO NADINE
Intestazione: DUKORERE HAMWE

Per informazioni: info@dukorerehamwe.it oppure +39 340 0049153



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136