QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

La Società alpinisti tridentini e le giornate dedicate al lupo

domenica, 22 febbraio 2015

Ala – E’ stata un successo l’iniziativa proposta dalla Società degli alpinisti tridentini dal titolo: “Con la Sat per conoscere il lupo”. Negli scorsi giorni, sul versante trentino dei Monti Lessini, si è tenuto il corso “Tempo da lupi”, una due giorni dedicata al lupo. L’iniziativa, patrocinata dal progetto Life Wolfalps, ed organizzata dalla commissione Tutela Ambiente Montano della SAT in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento (Servizio Foreste e Fauna), il MUSE e il Parco Regionale dei Monti Lessini, ha visto la partecipazione di 21 corsisti fra accompagnatori SAT, ricercatori e appassionati, alcuni dei quali provenienti dalle regioni limitrofe, a testimonianza dell’interesse suscitato dalla tematica.

Il corso ha coinvolto i partecipanti in due escursioni in ambiente invernale, la prima nel pomeriggio di Lupo 2sabato, accompagnati da Claudio Groff e Tommaso Borghetti (PAT) Paolo Pedrini (Muse) e Paolo Parricelli (Parco Regionale della Lessinia), che la sera hanno approfondito con delle presentazioni l’etologia, le dinamiche di popolazione, la biologia, la storia del ritorno del lupo sulle Alpi, il progetto Life Wolfalps ed un focus sul branco presente in Lessinia, anche con con filmati e foto inediti.

Domenica un lungo giro fra le malghe della zona della Sega di Ala, ripercorrendo i percorsi del monitoraggio sul lupo e sperimentando le tecniche con le quali esso si svolge (snowtracking e controllo fototrappole) con tappa alla malga Revoltèl, grazie all’ospitalità del gruppo di volontari di Ala che la ha in gestione. Li si è dato spazio in particolare al tema, cruciale, della convivenza fra lupo e zootecnia. Un confronto franco e costruttivo anche grazie alla testimonianza di un allevatore del posto, il conduttore di Malga Riondera, che ha subito danni dal lupo (un asino predato) ed il quale, in collaborazione con l’Amministrazione provinciale, ha recentemente intrapreso un percorso per la prevenzione degli stessi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136