QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

La scuola “Ritz” di Merano collabora con la Polizia ferroviaria al progetto “Train to be cool”

giovedì, 22 settembre 2016

Merano – Collaborazione tra la Polizia ferroviaria e la Scuola “Ritz” di Merano. La Scuola provinciale alberghiera “Cesare Ritz” ha aderito al progetto educativo “Train to be cool” organizzato dalla Polizia Ferroviaria.

Gli studenti della “Cesare Ritz” assieme agli agenti della Polfer. La campagna ministeriale per la sicurezza sui treni “Train to be cool”, giunta alla sua terza edizione, è partita dalla constatazione che spesso sono giovani studenti a rimanere vittime di incidenti ferroviari.

Nell’ambito del progetto di “accoglienza scolastica” agenti della Polizia Ferroviaria di Bolzano e Brennero, appartenenti al Compartimento Polfer di Verona, hanno incontrato per due mattinate 160 allievi della Scuola alberghiera “Ritz” di Merano con l’obiettivo di prevenire comportamenti pericolosi nelle stazioni ed a bordo dei treni e per illustre gli atteggiamenti da tenere in presenza di altri passeggeri.

merano

Il personale della Polfer ha predisposto un percorso formativo ad hoc per poter affrontare in maniera adeguata questo tema delicato ed ha incontrato gli studenti della Scuola Ritz, futuri cuochi, personale di sala e receptionist, sottolineando inoltre la vicinanza delle forze dell´ordine che ogni giorno lavorano nelle stazioni.

Gli agenti hanno richiesto anche la collaborazione degli studenti della Ritz, suggerendo loro di avvisare subito le forze dell´ordine qualora vengano notati comportamenti pericolosi da parte di altre persone o situazioni particolari.

La campagna “Train to be cool” ha integrato il progetto “Trainfriend”, della scuola “Cesare Ritz”, anche questo realizzato in collaborazione con Polfer, Trenitalia e Sad, volto a garantire un viaggio sereno e sicuro a tutti gli studenti pendolari che ogni giorno si spostano da Bolzano a Merano.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136