QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Green Economy trentina sbarca in Senato grazie all’asfalto silenzioso di Transacqua

mercoledì, 17 luglio 2013

Roma-”È un nuovo modello di intervento che risulta strategico e che si colloca nella filiera della green economy già fortemente presente nel territorio di Primiero. Un modello che può esser trasferito in tutta Italia”. Con queste parole il Presidente del Consorzio dei Comuni Trentini Marino Simoni, ha presentato ieri, in Commissione Ambiente a Palazzo Madama a Roma, l’esperienza dell’asfalto silenzioso di Transacqua. asfaltoTRANSACQUAinSENATO 20130716

Un esempio che guarda alla ricerca e all’innovazione nel settore della viabilità, grazie ai manti stradali realizzati in polverino di gomma che garantiscono maggiore durata e che, contemporaneamente, hanno effetti positivi sull’abbattimento dei rumori. L’intervento si è collocato nel contesto della presentazione del Report Annuale Sostenibilità di Ecopneus, il principale Consorzio che cura il ritiro degli pneumatici fuori uso in Italia e che ne sta fortemente valorizzando il recupero sostenibile.

Marino Simoni ha relazionato in merito alla recente esperienza del Comune di Transacqua, di cui è Sindaco, Comune che, per primo in Trentino, ha iniziato a utilizzare il nuovo metodo di pavimentazione con polverino di gomma da pneumatico fuori uso su alcuni tratti di strade comunali.

“Il Consorzio dei Comuni – ha precisato Simoni – è impegnato, anche attraverso la sottoscrizione di appositi protocolli, nella diffusione di questo nuovo metodo di ripristino della viabilità, mirando alla valorizzazione delle oltre 6.600 tonnellate di pneumatici fuori uso raccolti ogni anno nella Provincia Autonoma di Trento. Con l’iniziativa Asfalto Silenzioso Trentino – ha concluso Simoni – si potrà creare nuova occupazione, attingendo a nuove frontiere di innovazione che, proprio dal Trentino, possono essere trasferite a tutta l’Italia, con evidenti ricadute in termini ambientali e di riconoscibilità per tutto il nostro territorio”.

L’audizione si è svolta nella Sala Caduti di Nassirya, presso il Senato della Repubblica alla presenza del Presidente della Commissione Ambiente del Senato, Giuseppe Francesco Maria Marinelli, di Ermete Realacci, Presidente dell’analoga Commissione della Camera. Entrambi hanno sottolineato la validità dell’iniziativa e lodato il ruolo di laboratorio che il Trentino riveste a livello nazionale. Innovazione concreta – hanno specificato – grazie al Consorzio dei Comuni, capace di porre, con Ecopneus, concrete sinergie tra pubblico e privato.

Il progetto è stato preso in carico dai Funzionari dei Ministeri di riferimento, e ha già trovato interessamento da parte di ANAS. Nei prossimi mesi, infatti, sono previsti ulteriori contatti e una serie dei sopralluoghi per verificare il lavoro svolto a Transacqua e la sua valenza a livello nazionale. I lavori in Commissione hanno visto anche la partecipazione dei Senatori trentini, Vittorio Fravezzi di Scelta Civica e Sergio Divina della lega Nord.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136