QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La grande nevicata/2 Valanghe sulle strade, due persone illese, in Val di Sole off limits un paese

venerdì, 31 gennaio 2014

Monclassico – Valanghe, blocchi di neve che cadono dai cornicioni e gran lavoro dei  cantonieri e dipendenti di aziende di pulizie strade dopo le copiose nevicate. Attimi di paura a Caoria e a Villa Banale dove si è temuto il peggio per una massa di neve che è finita sulla strada e sfiorato due persone. A Caoria  un cantoniere della Provincia di Trento è uscito illeso dalla slavina che lo ha travolto con il suo mezzo. Ancora sotto choc è ricoverato precauzioni e accertamenti. Invece a Villa Banale sulla statale 237 un’auto con a bordo una donna  è stata investita da una massa di neve scivolata dalla montagna. La vettura è stata sbattuta contro il guard rail mentre l’autista è uscita indenne. Dopo la slavina la Provincia di Trento ha deciso di  chiudere la statale del Caffaro, dal Ponte di Ragoli.

SGOMBERO A MONCLASSICO

Invece in alta Val di Sole a Monclassico il sindaco Carlo Ravelli ha deciso di chiudere il collegamento con la frazione Presson  e lo sgombero di alcune case a rischio. L’ordinanza è stata notificata ai proprietari delle case, in particolare a una decina di famiglie che risiedono nella frazioneNeve fra via Roma, via Borgo, via Marchetti e a Casal Celentino. Inoltre nel provvedimento viene chiusa per il rischio valanghe la strada comunale Monclassico-Presson

 

LE PRECIPITAZIONI

Le nevicate sono iniziate già nella serata di mercoledì in alcune zone del Trentino, in particolare l’area nord-occidentale (Val Rendena, Valli di Non e Sole). In seguito si è registrata una tregua fino a giovedì mattina. Da mezzogiorno di ieri però le precipitazioni sono riprese fino a interessare tutta la provincia, ad eccezione della Bassa Valsugana, del fondovalle della Lagarina, dell’Alto Garda e della parte più meridionale del Chiese. E’ stata una nevicata di intensità rilevante. Dove è nevicato più intensamente – Valli di Non e Sole, Rendena, Folgaria-Lavarone – lo spessore complessivo della neve accumulatasi è stato tra i 70 centimetri e oltre un metro. Solo nella serata di ieri si sono misurati circa 8-10 centimetri all’ora di neve.
Si sono verificati quindi alcuni disagi sia per l’intensità del fenomeno sia perché non tutti i mezzi circolanti erano adeguatamente attrezzati. In alcuni momenti, specie sulle direttrici secondarie, veicoli che non erano stati intercettati dai posti di presidio istituiti per controllare la circolazione hanno creato qualche momento di difficoltà.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136