QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Kompatscher sul Governo Gentiloni: “Continuità anche nell’agenda dell’autonomia”

giovedì, 15 dicembre 2016

Bolzano - Kompatscher sul Governo: continuità anche nell’agenda dell’autonomia. Il presidente Kompatscher saluta la nascita in tempi brevi e con pieni poteri del nuovo Governo: ora continuità anche per l’agenda politica dell’Alto Adige.

gentiloni-kompatscherUna collaborazione già ben avviata: nella foto da destra  il presidente Arno Kompatscher e l’allora ministro degli Esteri e oggi premier Paolo Gentiloni durante l’incontro di giugno a Palazzo Widmann. Martedì la Camera, ieri il Senato: il nuovo Governo presieduto da Paolo Gentiloni ha ottenuto la fiducia del Parlamento. Il presidente della Provincia Arno Kompatscher evidenzia gli aspetti positivi: “Essere riusciti a formare un nuovo esecutivo nel giro di brevissimo tempo è sicuramente un dato importante, perché questa rapidità ha consentito di evitare un vuoto di potere. Il compito principale del governo Gentiloni sarà ora quello di accompagnare e facilitare un’intesa in Parlamento sulla nuova legge elettorale”, sottolinea il presidente Kompatscher. È il passaggio necessario per arrivare a nuove consultazioni “che dovranno riconsegnare all’Italia un governo legittimato dagli elettori.”

Per la Giunta provinciale e per l’agenda politica dell’Alto Adige la continuità di governo a Roma è un buon segnale, continua il Landeshauptmann, “anche perché nel nuovo Presidente del Consiglio possiamo contare su un interlocutore convinto europeista, che ben conosce l’Alto Adige, la storia di questa terra e la nostra autonomia.” Kompatscher osserva inoltre che sull’asse Bolzano-Roma “il dialogo è garantito anche grazie ad altre figure istituzionali di riferimento, come ad esempio il ministro ai trasporti e alle infrastrutture Graziano Delrio, il cui sostegno per la proroga della concessione dell’A22 e la costruzione del BBT è essenziale.” La buona collaborazione potrà proseguire anche con il confermato ministro per gli affari regionali e le autonomie Enrico Costa.

“Confidiamo che il nuovo Governo possa approvare le norme di attuazione già licenziate in Commissione paritetica, a partire da quella sul passaggio del personale amministrativo della Giustizia”, auspica il presidente Kompatscher. Ma soprattutto, conclude, “auguriamo al nuovo Esecutivo un lavoro di successo nell’interesse della collettività, per affrontare con il massimo impegno le priorità internazionali, economiche e sociali”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136