QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Incontro tra Kompatscher e Alfano: collaborazione su migranti e autonomia

mercoledì, 19 luglio 2017

Bolzano – Anche le questioni legate ai flussi migratori e allo sviluppo dell’autonomia altoatesina sono state affrontate nell’incontro istituzionale a Palazzo Widmann dal presidente della Provincia Arno Kompatscher con il ministro degli Esteri Angelino Alfano. ”In vari incontri a Roma e in Alto Adige – ha esordito il Landeshauptmann – con il ministro Alfano siamo riusciti a superare le difficoltà legate alle eventualità di muri o barriere al Brennero.” Kompatscher ha ricordato “l’impegno forte nel 2016 dell’allora Ministro degli Interni che, anche grazie alla collaborazione delle istituzioni locali, ha portato il Brennero ad una gestione assolutamente tranquilla, come è tutt’ora. Ringrazio il ministro Alfano per questo proficuo lavoro di squadra.” Entrambi hanno concordato sul fatto che al valico “la situazione è sotto controllo perchè la collaborazione tra Italia e Austria funziona. L’impegno è di continuare a garantire la sicurezza” (foto @Verant).

alfano kompatscherDal canto suo il titolare della Farnesina ha espresso riconoscenza “per l’accoglienza ricevuta in Alto Adige e per il lavoro fatto assieme. Dobbiamo darci atto dell’efficienza dell’impegno profuso nella gestione delle frontiere. Il muro al Brennero non è stato costruito.” Spostando il discorso sullo sviluppo dell’Alto Adige nel contesto europeo, il ministro Alfano ha voluto ribadire il lavoro comune nei frequenti incontri a Roma, dove Kompatscher approfondisce “necessità e richieste importanti per il futuro dell’Alto Adige, e le porta avanti con tenacia.” Su questo confronto con il Governo, ha continuato Alfano, “sono state costruite ottime relazioni istituzionali, un pressing che in questi anni ha prodotto risultati concreti per il territorio.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136