QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Incontro delle tre Camere di commercio dell’Euregio

martedì, 22 agosto 2017

Innsbruck - Dal 16 agosto al 1° settembre 2017 si tiene, nell’omonima valle tirolese, il Forum europeo di Alpbach, un evento di respiro internazionale che raduna esponenti del mondo della scienza, della politica, dell’economia, della cultura e della società civile. Tra gli eventi principali della manifestazione, le tradizionali Giornate del Tirolo (19 e 20 agosto) – quest’anno incentrate sul tema “La mobilità nell’Arco alpino” – che sono state occasione di incontro per i vertici delle Camere di Commercio di Trento, di Bolzano e della Camera dell’economia del Tirolo per discutere temi e iniziative di interesse sovraregionale (Foto: © Land Tirol/Sedlak).

camere euregio“La mobilità nell’Arco alpino ha sempre comportato particolari sfide. Il traffico di merci e persone è in costante aumento e con esso la richiesta di infrastrutture – spiega Michl Ebner, Presidente della Camera di Commercio di Bolzano – Bisogna studiare le giuste strategie a lungo termine per le vie di comunicazione nelle Alpi. In questo contesto noi Camere vediamo come un nostro compito quello di rappresentare posizioni e interessi delle tre aree economiche alpine”.

Accanto al tema principale della mobilità, sono stati affrontati anche altri argomenti di interesse strategico. “In futuro l’intero Arco alpino dovrebbe diventare, grazie alla strategia europea macroregionale EUSALP, una regione modello – sottolinea Jürgen Bodenseer, Presidente della Camera dell’economia del Tirolo – In questo contesto è dunque particolarmente importante per l’Euregio riuscire a sottoporre agli organi competenti le necessità e le prospettive dell’economia e degli abitanti di Tirolo, Alto Adige e Trentino. Ciò può e deve essere raggiunto anche grazie alle Camere dell’economia”.

Per i tre Enti camerali, l’incontro di Alpbach è stato anche l’occasione per illustrare nel dettaglio i risultati di uno studio sulla competitività economica del’Euregio. Sono stati analizzati progetti, lavori di gruppo e iniziative nel campo della digitalizzazione, così da poter attivare nuove collaborazioni, reciproci scambi di informazioni e sinergie concrete.

“La digitalizzazione è un elemento essenziale per la competitività – sottolinea Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – e costituisce uno strumento utile a potenziare la capacità delle imprese di crescere sui mercati. L’incontro di oggi costituisce un momento importante di condivisione delle reciproche, interessanti, esperienze maturate dalle tre Camere in questo ambito, un’occasione di confronto su quanto è stato fatto che ci stimola a proseguire con maggior determinazione verso lo sviluppo di un crescente interscambio. Una direttrice, quest’ultima, da anni di primaria importanza anche per la Camera di Commercio di Trento e nel cui ambito hanno trovato origine vari progetti congiunti e/o condivisi dagli Enti camerali dell’Euregio in settori chiave per lo sviluppo sostenibile dei rispettivi territori”.

Le tre Camere hanno pianificato, inoltre, una serie di manifestazioni comuni e di occasioni di cooperazione per una migliore connessione economica dell’Euregio. Per l’inizio dell’anno prossimo è in calendario a Innsbruck un incontro transfrontaliero tra imprese del settore edile e ulteriori manifestazioni sono previste in occasione dell’iniziativa “Pane tradizionale dell’Euregio”.

Come è ormai tradizione, nel corso delle Giornate del Tirolo di Alpbach è stato consegnato il Premio giovani ricercatori, patrocinato dalle tre Camere, che conferma come quest’iniziativa sia diventata un’importante occasione di confronto e un’interessante vetrina per il mondo della ricerca.Quest’anno il primo premio è stato assegnato a Matthias Rauter e Daniel Winkler dell’Università di Innsbruck.

I vincitori si sono occupati della misurazione di pericoli naturali, come le valanghe, nelle regioni alpine basandosi sulla topografia dei territori. Il secondo premio è stato consegnato a Johannes Lechner dell’Università di Innsbruck per il suo progetto sulla messa in sicurezza e sul rinforzamento dei ponti in cemento armato. Melanie Plangger, dell’Università di Innsbruck, si è aggiudicata il terzo premio con la sua ricerca sulla collaborazione euregionale nell’Unione europea che ha analizzato le strategie macroregionali dell’Arco alpino.

Il premio speciale “TIROL 2050 energieautonom” è stato assegnato a Verena Schallhart del MCI Management Center Innsbruck per il suo studio sulla riduzione delle emissioni inquinanti degli autobus a gasolio.

Per ulteriori informazioni sul Premio giovani ricercatori è possibile rivolgersi all’Ufficio dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino a Bolzano, tel. 0471 402 026, www.europaregion.info/youngresearcher.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136