QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Incontro Camere Euregio a Riva del Garda: sguardo al territorio dopo i nuovi problemi emersi in Europa

martedì, 2 agosto 2016

Riva del Garda – Venerdì scorso, a Riva del Garda, si è tenuta la riunione periodica dei vertici delle Camere di Commercio di Bolzano, di Trento e della Camera dell’economia del Tirolo per fare il punto sulla cooperazione transfrontaliera, verificarne i problemi, le urgenze e tracciare possibili percorsi per favorirne lo sviluppo.

Partendo da un breve inquadramento della situazione congiunturale delle tre economie, l’incontro si è poi concentrato sui temi che attualmente stanno interessando la politica europea, con particolare riferimento agli effetti che potranno produrre sulle dinamiche economiche.

“Credo – ha sottolineato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – che una delle questioni più pressanti in questo frangente riguardi la gestione dei nuovi problemi che affliggono l’Europa. Mi riferisco al fenomeno Brexit, ai motivi che hanno portato la popolazione inglese a pronunciarsi su questo tema e alle riflessioni che gli Stati europei devono necessariamente fare per affrontare consapevolmente il futuro incalzante. Sono convinto che la decisione del popolo inglese debba favorire il dibattito sull’attuale inadeguatezza strutturale e istituzionale dell’Unione europea e che l’Euregio rappresenti un tavolo di lavoro ideale per contribuire significativamente all’elaborazione di riforme incisive in grado di renderla più moderna, più ‘leggera’, più integrata e più rispondente alle urgenze dell’oggi”.

Anche il Presidente della Camera dell’economia del Tirolo, Jürgen Bodenseer, conferma: “Il consolidamento dei rapporti economici e delle condizioni generali all’interno dell’Euregio è un argomento molto importante per le Camere di commercio e dell’economia della regione europea. In futuro si dovrà dare maggiore priorità a progetti e cooperazioni concrete, finalizzate a migliorare la capacità competitiva e innovativa nonché l’internazionalizzazione delle imprese dell’Euregio”.

Dello stesso avviso è il Presidente della Camera di Commercio di Bolzano, Michl Ebner: “È importante rappresentare insieme al Tirolo e al Trentino gli interessi dell’Euregio a livello europeo e affrontare di comune accordo i programmi per la promozione della collaborazione territoriale in Europa, in modo da trarne maggiore vantaggio”.

Fondamentale, in questo momento, è riuscire a muoversi in modo coordinato, investire sulla digitalizzazione del ceto imprenditoriale medio e sulla ricerca diffusa. In entrambi gli ambiti, le Camere dell’Euregio, si sono attivate già da tempo con progetti specifici e gli impegni più recenti riguardano uno studio commissionato dal GECT sul posizionamento della macroregione all’interno dell’Europa, che sarà presentato in forma completa il prossimo ottobre, e i risultati del convegno su turismo e marketing nelle destinazioni dell’Euregio, che ha approfondito anche il tema dei rapporti operativi tra imprenditori turistici e gestori degli impianti a fune.

Riguardo al tema dello sviluppo sostenibile, è stato illustrato il progetto “Brenner LEC (low emission corridor)” che coinvolge tra gli altri le due Province di Trento e Bolzano e Autobrennero e che prevede l’utilizzo di un’unità mobile di rilevamento in grado di acquisire interessanti dati di confronto sul traffico e qualità dell’aria del tratto autostradale compreso tra Ala e il Brennero.camere euregio

Nel corso dell’incontro è stato inoltre illustrato un resoconto sullo stato di avanzamento della ricerca in acquacoltura, curato dalla Fondazione Edmund Mach, e un programma di sensibilizzazione e valorizzazione della produzione tradizionale del pane, che prevede anche l’organizzazione di una rassegna internazionale a cadenza annuale o biennale (Foto di Roberto Bernardinatti)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136