QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Inchiesta Riva Acciai, la Valle Camonica teme ripercussioni occupazionali

venerdì, 24 gennaio 2014

Sellero – Torna la paura, anzi la preoccupazione per quanto sta accadendo alla Riva Accia. La Valle Camonica, con i suoi stabilimenti di Cerveno, Sellero e Malegno e con i 430 lavoratori che per due mesi lo scorso autunno hanno temuto di perdere il posto di lavoro seguono con apprensione l’evolversi dal caso Ilva e l’inchiesta sull’azienda siderurgica.

manifestazione riva

La Procura di Milano ha chiesto l’arresto per l’imprenditore Fabio Riva, figlio di Emilio patron dell’Iva, accusato di truffa ai danni dello Stato. La Procura  di Milano indaga su questioni finanziarie, societarie e fiscali del gruppo Riva e l’ipotesi avanzata è la truffa aggravata dello Stato per l’erogazione di contributi per l’esportazione, che ammonterebbero a circa 100 milioni di euro. Intanto l’attività produttiva dei tre stabilimenti camuni prosegue e nei prossimi  mesi saranno valutati gli interventi a difesa dell’occupazione e le prospettive lavorative.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136