QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

In Regione la mozione per esenzione Imu, la gabella del Governo Renzi, sui terreni agricoli collinari e montani

mercoledì, 10 dicembre 2014

Milano (An. Col.) – In Regione arriva la mozione di esenzione dell’Imu sui terreni agricoli collinari e montani. A proporre la discussione il consigliere regionale camuno Fabio Angelo Fanetti (Lista  Maroni Presidente). Nelle scorse settimane si è discusso sull’introduzione dell’Imu sui terreni agricoli in zone collinari e pianeggianti, al di sotto dei 281 metri. Gran parte dei Comuni della Media e Bassa Valle Camonica, oltre che della Valtellina, rischiano così di dover chiedere soldi agli agricoltori e quindi si profila una nuova gabella di Stato.

La lista Maroni presidente ha presentato una mozione urgente – la numero 341 – concernente l’esenzione Imu per i terreni agricoli collinari e montani. Il consigliere regionale camuno Fabio Angelo Fanetti è intervenuto a sostegno della mozione per eliminare l’ennesima gabella del Governo Renzi. Infatti nel documento viene chiesto un intervmeleti agricolturaento perché “Il governo Renzi ha dimostrato scarsa attenzione ai problemi e alla specificità delle aree montane nel momento in cui ha emanato il Decreto Legge 66/2014 che limita le esenzioni Imu per i terreni agricoli”. Fra l’altro i proprietari che erano stati inizialmente esentati dal pagamento dell’Imu si ritroveranno a dover pagare (entro il 16 dicembre) l’acconto di giugno più il saldo imposta.

Il pasticcio normativo, non chiarito nel decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. La mozione 341 chiede quindi alla Giunta Regionale di intervenire sul Governo per eliminare la nuova gabella di Stato e di fare chiarezza definitivamente.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136